fbpx
Notizie

Ladispoli, Grando: «Nessuna zona rossa, ma non escludo nulla»

298 Condivisioni

Solo la Asl e la Regione Lazio possono istituire una eventuale zona rossa

Ladispoli, Grando: «Nessuna zona rossa, ma non escludo nulla» –

Circa 8mila pendolari che quotidianamente si spostano dalla città balneare alla Capitale per motivi di lavoro o di studio su mezzi pubblici (quali treni, metro e bus) sempre affollati.

La presenza sul territorio di una Rsa che nelle ultime settimane ha visto “esplodere” al suo interno un vero e proprio focolaio tra ospiti e dipendenti.

Due feste organizzate da una mamma febbricitante, in attesa di tampone.

Un drive in dove quotidianamente vengono effettuati circa 400 tamponi tra test rapidi e molecolari.

Sono questi gli ingredienti che molto probabilmente hanno fatto alzare nelle ultime settimane l’asticella dei contagi a Ladispoli.

A puntare i riflettori sul pendolarismo e sulla Rsa Gonzaga è stato anche il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando che però non è rimasto con le mani in mano.

«Ci siamo adeguati al Dpcm del Governo – ha spiegato – chiudendo luoghi pubblici», come ad esempio i centri anziani di via Trapani e via Milano, il centro di arte e cultura sulla Settevene Palo e il teatro Vannini a via Yvon de Begnac.

«E’ chiaro – ha proseguito Grando – che se fossimo stati a marzo, con questi numeri saremmo diventati zona rossa, ma oggi è cambiato tutto. I parametri sono diversi».

Il primo cittadino tranquillizza: «Sono in costante contatto con la Asl per valutare insieme la situazione».

Che possano essere presi provvedimenti diversi e più restrittivi nelle prossime settimane non è escluso.

Controlli su Viale Italia da parte della Polizia locale e del sindaco Alessandro Grando per il rispetto del Dpcm

Tutto starà nei contagi (per lo più asintomatici o sintomatici in isolamento domiciliare).

Ma se qualcosa dovesse cambiare nello scenario collettivo e cittadino solo la Asl potrà dare delle indicazioni diverse e riferirle alla Regione, l’unica deputata a istituire una eventuale zona rossa dove e quando lo riterrebbe opportuno, per arginare i contagi.

Intanto proseguono in città i controlli da parte delle forze dell’ordine per verificare che le prescrizioni imposte dal Dpcm vengano rispettate. Polizia locale a lavoro questa mattina su viale Italia.

Presente anche il primo cittadino che là dove se ne è reso necessario ha invitato i cittadini a indossare correttamente la mascherina. Sanzionato anche un ragazzo che all’esplicito invito a indossare il dispositivo di protezione individuale ha risposto con un secco no e ha chiesto di essere multato. E così è stato.

298 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Conto alla rovescia per il Premio letterario nazionale "Città di Ladispoli"

Notizie

Coronavirus, nel Lazio 1.791 casi su oltre 24mila tamponi

Notizie

Coronavirus, più guariti che positivi a Ladispoli e Cerveteri

Notizie

Agricoltura, Antonelli: "Sinergia col comune di Cerveteri sul tema del biodistretto"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.