fbpx
 
CittàCultura

Ladispoli. Chiude il centro sportivo Nexus: “la pandemia ci ha travolto”

Ladispoli. Chiude il centro sportivo Nexus:

“Abbiamo cercato ogni possibile soluzione ma il risultato previsto è negativo e insostenibile”

Ladispoli. Chiude il centro sportivo Nexus: “la pandemia ci ha travolto” –

La pandemia di coronavirus colpisce le persone, non solo con la malattia, ma anche con la crisi economica.

Che il lockdown e le restrizioni estive avrebbero avuto un duro impatto sulle attività commerciali era un problema che in tanti aveva messo in conto, ma vederne i risultati fa comunque male.

A farne le spese questa volta è il Centro Sportivo Nexus: nato diciotto anni fa come associazione senza scopo di lucro, ha dovuto fare i conti con l’impossibilità di una ripresa.

In un post sulla pagina ufficiale Facebook, un lungo messaggio di saluto agli iscritti.

Scrivono: “Abbiamo trascorso queste settimane di agosto nel tentare di capire se riuscivamo a trovare una via d’uscita e riprendere con la nostra esperienza e con coraggio le attività del Nexus”.

I ragazzi di Nexus spiegano come “il lockdown e le conseguenti perdite; le norme di distanziamento particolarmente severe, che limitano l’accesso a un terzo della capienza (alle quali noi non vogliamo derogare), ancora in vigore per i prossimi mesi, non ci consentono di poter riprendere le attività nella sede di via Praga 1”.

“Credeteci – proseguono: abbiamo cercato ogni possibile soluzione ma il risultato previsto è oltremisura negativo e quindi insostenibile essendo la nostra un’associazione no-profit”.

Una vita dedicata all’arte e alla città

Figure professionali preminenti con decenni d’esperienza, che già avevano avuto difficoltà con la crisi economica del 2008 e che ora devono tristemente affrontare questa situazione.

Toccante il ricordo di una vita a Ladispoli: “Abbiamo visto crescere nella nostra scuola di danza bambine e bambini, ora donne e uomini, che hanno continuato a frequentare il nostro centro per altre attività; abbiamo costruito con voi eventi memorabili come, tra i recenti, quelli al Castellaccio dei Monteroni e alla Villa di Pompeo; abbiamo iniziato allo sport e all’arte generazioni di ragazzi e sono anche emerse eccellenze, di cui molti hanno parlato diffusamente”.

Una presa di coscienza dura: “in assenza di sostegno economico dello Stato (non previsto per le associazioni culturali-sportive), le strada della chiusura è segnata”.

Poi però una nota di speranza: “Non è escluso e auspichiamo che qualcosa altrove possa rinascere per poter farci incontrare di nuovo”.

Cari soci, cari amici, non avremmo mai voluto scrivere questo post.Purtroppo siamo una di quelle moltissime realtà alle…

Gepostet von Nexus – Centro Sportivo Ladispoli am Samstag, 29. August 2020
Post correlati
Città

Cerveteri, al Rifugio degli Elfi la presentazione del libro "Il Circo dei Folli" di Francesco Di Giulio

Città

Ladispoli, in Biblioteca arriva Caccia alla lettura

Cittàpolitica

Civitavecchia, l'Assessore Roberto D'Ottavio inaugura lo Sportello Digitale dell'Acea

CittàNotizie

Santa Marinella, divieto di transito su via Valdambrini fino al 3 dicembre

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.