fbpx
 
CittàCulturaNotizie

Ladispoli, “Altrimenti ci arrabbiamo” e il rischio per il parco naturale

Attorno alla scelta della location, vicinissima alle aree dove nidifica il fratino, si stanno sollevando molte polemiche

Ladispoli, “Altrimenti ci arrabbiamo” e il rischio per il parco naturale –

Il mitico dune buggy rosso di Bud Spencer e Terence Hill tornerà ad essere l’oggetto del contendere nel remake del famoso film del ’74 “Altrimenti ci arrabbiamo”.

La piccola automobile è al centro anche del poster ufficiale del film che sarà girato in una location molto speciale: Ladispoli.

Per la precisione alcuni terreni a due passi da Torre Flavia dove già è stato allestito il circo dove le vicende del film sono ambientate, tra tendoni e carri.

Mancano gli animali, che però dovrebbero giungere a breve per dare il via alle riprese.

Location e ambiente naturale: le polemiche sulla vicinanza delle riprese e il parco naturale

Al di là dell’importanza che un film che cerca di ripercorrere i fasti di uno dei più famosi film della coppia “fagioli e pugni”, può avere per il territorio, le riprese stanno facendo storcere il naso agli ambientalisti.

Il finto circo porta con se attrezzature, molto personale e altri animali, oltre a rumore e, presumibilmente anche possibile inquinamento.

Però è stato allestito davvero a pochi passi dove il fratino nidifica e le riprese si terranno in settimane importanti per il ciclo vitale di uno degli animali più rappresentativi delle Paludi di Torre Flavia.

La preoccupazione è tutta sull’impatto che questo film potrà avere sull’ambiente e soprattutto sulla flora autoctona tutelata all’interno del perimetro dell’area naturalistica.

Claudio Lippi

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Cerveteri piange la scomparsa di Rafael Dalenz Cultrera

CittàCronaca

Cerveteri, ancora aggressioni da parte di pitbull. Lievemente ferita una donna

CittàCronaca

Cerveteri, annullata l'ultima giornata del Festival Etrusco dell'Inclusione e dell'Integrazione

Città

Ultima giornata del 4° Festival Etrusco dell'inclusione e dell'integrazione

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.