fbpx
Notizie

Ladispoli, al via la classificazione del territorio in zone acustiche

Si tratta di uno strumento di pianificazione del territorio e di tutela dello stesso

Ladispoli, al via la classificazione del territorio in zone acustiche

Il comune di Ladispoli classificherà il territorio in base alle zone acustiche. Si tratta di una competenza assegnata ai comuni dall’art.6 c.1 lett.a) della Legge n.447/95, ribadita dall’art.5 c.1 lett. a) e dalla L.R. n.18/2001.

Di cosa si tratta?

Ladispoli, al via la classificazione del territorio in zone acustiche
Ladispoli, al via la classificazione del territorio in zone acustiche

Il piano comunale di classificazione acustica “è un atto tecnico-politico con il quale un ente pianifica gli obiettivi ambientali di un’area in relazione alle sorgenti sonore esistenti e per le quali vengono fissati dei limiti. Il territorio viene così suddiviso in aree acusticamente omogenee in seguito ad una analisi urbanistica territorio tramite lo studio della relazione tecnica del piano regolatore generale e delle relative norme tecniche di attuazione”.

Il fine di questa classificazione è prevenire il deterioramento di zone acusticamente non inquinate e di fornire uno strumento di pianificazione dello sviluppo urbanistico, commerciale, artigianale e industriale. Si tratta di un atto tecnico con il quale l’ente (in questo caso il comune di Ladispoli) fissa, in primis, i limiti per le sorgenti sonore esistenti, ma pianifica soprattutto gli obiettivi ambientali di un’area. A questo atto dovranno poi riferirsi i classici strumenti urbanistici comunali (piano regolatore generale, piano urbano del traffico e piano strutturale).

L’atto viene redatto da tecnici iscritti nell’Elenco dei tecnici competenti in acustica ambientale della Regione Lazio. Trattandosi di un importo di spesa inferiore ai 40000 euro il comune sta procedendo attraverso un affidamento diretto dopo un indagine di mercato. Si occuperà di redigere la classificazione la Gestione I.S.A. s.r.l. per un importo di 15.000 euro (oltre iva).

Ri. Di.

Descrizione delle classi acustiche (Arpa Lazio)

CLASSE I ‐Aree particolarmente protette. Rientrano in questa classe le aree nelle quali la quiete rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, scolastiche, aree destinate al riposo e allo svago, aree residenziali rurali, aree di particolare interesse urbanistico, parchi pubblici, ecc.

CLASSE II ‐ Aree destinate ad uso prevalentemente residenziale. Rientrano in questa classe le aree urbane interessate prevalentemente da traffico veicolare locale con bassa densità di popolazione, con limitata presenza di attività commerciali ed assenza di attività industriali ed artigianali.

CLASSE III ‐ Aree di tipo misto. Rientrano in questa classe le aree urbane interessate da traffico veicolare locale e di attraversamento, con media densità di popolazione con presenza di attività commerciali, uffici, con limitata presenza di attività artigianali e con assenza di attività industriali; aree rurali interessate da attività che impiegano macchine operatrici.

CLASSE IV ‐ Aree di intensa attività umana. Rientrano in questa classe le aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali; le aree in prossimità di strade di grande comunicazione e di linee ferroviarie; le aree portuali; le aree con limitata presenza di piccole industrie.

CLASSE V ‐ Aree prevalentemente industriali. Rientrano in questa classe le aree interessate da insediamenti industriali e con scarsità di abitazioni.

CLASSE VI ‐ Aree esclusivamente industriali. Rientrano in questa classe le aree esclusivamente interessate da attività industriali e prive di insediamenti abitativi

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CronacaNotizie

Si introduce nel giardino e lancia oggetti verso la casa. Denunciato 31enne di Tolfa

Notizie

Cerveteri, ''La maggioranza abbandona il consiglio facendo cadere il numero legale''

Notizie

Ladispoli, ''Mensa scolastica, annullati i bollettini di pagamento erroneamente inviati''

Notizie

Santa Marinella, pino di 10 metri pericolante in via della Libertà

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?