fbpx
 
CittàCultura

“La morte negata”: a Cerveteri un docufilm delle testimonianze dei parenti delle vittime del Covid

Il pomeriggio offre anche le emozionanti live performance del cantante e autore del brano “L’amore Negato” Leone Monteduro e di Antonio Bilo Canella, interprete nel docufilm delle anime delle vittime decedute in ospedale. Un confronto sul tema “Anima e materialismo” con la dott.ssa Anna Rita Iannetti. L’incontro che ha generato l’idea del film tra il regista Alessandro Amori e la dott.ssa Antonella Sagone del Comitato Psicologi Edsu

Ho mio padre in ospedale per Covid, ho capito cosa sta accadendo…Io ho perso mia mamma l’anno scorso, adesso capisco come sono andate davvero le cose…”

Il docufilm ‘La morte negata’, che riporta le testimonianze dei parenti delle vittime dello stato di emergenza durate la ‘pandemia’, sarà proiettato anche a Cerveteri domenica 17 marzo alle ore 15 al Palazzo Comunale, Aula Consiliare Granarone, via Francesco Rosati s.n.c.

Il pomeriggio sarà animato anche da una riflessione più ampia sulla genesi e i significati a diversi livelli del documentario, con il titolo “In ascolto dell’anima”, organizzata da Playmastermovie e dall’associazione culturale locale Koinè. Intervengono: Alessandro Amori, regista e produttore; dott.ssa Antonella Sagone dal cui incontro con l’autore è nata l’idea di realizzare il docufilm; Simona Filippini, rappresentante Familiari Vittime Covid; Leone Monteduro, cantante e autore del brano “La Morte Negata” che si esibirà in una emozionante live performance; dott.ssa Annarita Iannetti, specializzata in prevenzione di medicina biointegrata e prima ad aver riconosciuto il senso più profondo dell’opera, che supera l’aspetto mentale e psichico per attingere a una dimensione più animica e spirituale, e infine Antonio Bilo Canella, ricercatore e performer, interprete nel docufilm delle anime delle vittime decedute in ospedale. Introducono Clara Curtotti e Antonella Sagone.

Presenta: Stefania Ranieri.

L’ingresso è con offerta libera.

“La morte negata”: a Cerveteri un docufilm delle testimonianze dei parenti delle vittime del Covid
“La morte negata”: a Cerveteri un docufilm delle testimonianze dei parenti delle vittime del Covid

“La morte negata” ha fatto il giro delle sale di tutta Italia dando risposte, seppur drammatiche, a tante, troppe domande. La sofferenza e lo sconcerto di chi non ha potuto assistere i propri cari in ospedale, di non aver potuto sapere la verità su morti ‘strane’, di persone ricoverate per l’infezione virale o anche per cause più banali, e letteralmente ingoiate dall’istituzione per essere restituite nei casi più fortunati come cadaveri e in tanti altri come cenere: questo il contenuto del documentario dallo stile asciutto, che non concede nulla alle facili emozioni, ma punta sulla sola forza della verità. Nessuno infatti ha bisogno di fare cassa, come fu con ‘Invisibili’, grazie anche alla modalità produttiva e distributiva basata sul dono e sull’offerta scelta da Playmastermovie e grazie allo sponsor SpecialByo, linea di prodotti naturali per la salute che sostiene l’informazione indipendente, la ricerca medica libera e l’impegno per la libertà (www.specialbyo.it).

Chi ha realizzato ‘La morte negata’, il produttore Alessandro Amori, con la sua Playmastemovie, rende disponibile il film gratuitamente, e chi organizza le proiezioni opera per iniziativa volontaria. Da ottobre ad oggi ‘La morte negata’ è stato visto da oltre 5000 persone.

La proiezione di Cerveteri è promossa dall’associazione Koinet.

Info e prenotazioni whatsapp: 3202477440.

Sinossi ‘La morte negata’: durante lo stato di emergenza Covid19, le linee guida e i protocolli imposti dal governo hanno impedito ai familiari di seguire la degenza in ospedale dei propri cari, in molti casi perfino di comunicare telefonicamente con loro e di poter vedere il corpo del defunto in quanto consegnato in un sacco nero. Questo ha contribuito ad interrompere il fisiologico processo di elaborazione del lutto con gravi ripercussioni psicologiche e sofferenze.

Playmastermovie

Il documentario è considerato dalla casa di produzione un bene della collettività e quindi offerto gratuitamente a chi ne vuole fare uso a patto di comunicare preventivamente con la produzione attraverso l’indirizzo [email protected]. Per espressa richiesta di Playmastermovie l’ingresso alle proiezioni è sempre libero. Con le donazioni, al netto delle spese organizzative, si sostiene quindi un economia circolare basata sull’offerta e sul dono che garantisce alla casa di produzione libertà espressiva e indipendenza.”

Questa è la mission di Playmastermovie: attraverso i linguaggi del racconto cinematografico e televisivo, produrre e diffonderecontenuti di informazione indipendente promuovendo spazi di libera espressione, per fornire chiavi interpretative della realtà che possano creare consapevolezza e favorire l’evoluzione etica della nostra società. Playmastermovie si avvale della collaborazione di giornalisti, blogger, filmmaker e canali di informazione.

Alessandro Amori ha lavorato vent’anni da montatore per i maggiori network italiani del settore, per poi cimentarsi nella realizzazione di documentari come regista e filmmaker. Nel 2016 ha dato vita a Playmastermovie quale progetto innovativo e indipendente che nel 2020 è diventata anche una piattaforma online www.playmastermovie.com dove si rendono disponibili le produzioni. “Invisibili” ha registrato oltre 450 proiezioni in tutta Italia e all’estero con un affluenza di circa 100.000 personeed è tuttora distribuito nel circuito cinematografico. Attualmente è in lavorazione il film ‘Non è andato tutto bene’: cronaca dei 3 anni più drammatici per il nostro Paese, dalla Seconda Guerra Mondiale.

Alessandro Amori ha presentato la sua opera su Rainews il 21 febbraio 2024 al TGR Lazio. Ecco il link: https://www.rainews.it/tgr/lazio/video/2024/02/-la-morte-negata-il-docufilm-che-racconta-uno-degli-aspetti-piu-drammatici-dellemergenza-covid–de6ab74b-804b-4c27-b7c6-d198bef98618.html?nxtep

Post correlati
CittàNotizieSport e Salute

L'under 19 del Cerveteri fa la storia: vince il campionato e approda in Elite

Città

Santa Marinella, Passeggiata Salutare in occasione della Giornata della Terra

Città

Il progetto di Marevivo “Nauticinblu” al Calamatta di Civitavecchia

CittàCronaca

Ladispoli piange la scomparsa di Sergio Bitti. Il cordoglio del sindaco Grando

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.