fbpx
 
CittàNotizie

La città di Cerveteri punta al Progetto Ossigeno 2

Il progetto finanziato dalla Regione Lazio per la piantumazione di nuove alberature. L’assessore Gubetti illustra anche i motivi che hanno portato all’abbattimento degli eucalipti a Cerenova. “Erano malati e vuoti all’interno. Pericolosi. Si sarebbero potuti schiantare da un momento all’altro”

La città di Cerveteri punta al Progetto Ossigeno 2 –

Il Comune di Cerveteri pronto a piantare nuovi alberi sul territorio comunale. Ad annunciarlo, in un’intervista video, è stata l’assessore all’ambiente Elena Gubetti.

Il Comune ha infatti deciso di partecipare a Ossigeno 2, il progetto di ripiantumazione di alberi sul territorio regionale.

Cerveteri Progetto Ossigeno

Già lo scorso anno Cerveteri si era aggiudicata 70mila euro per la piantumazione di nuovi alberi e nelle scorse settimane il progetto è terminato con la piantumazione di alberi al dog park nei pressi della stazione ferroviaria di Cerenova.

Cerveteri Progetto Ossigeno 2

E a proposito di piantumazione di alberi, nell’estate scorsa, proprio a Cerenova, i cittadini avevano alzato la voce per l’abbattimento di alcuni eucalipti nei pressi di una rotatoria.

Ma l’assessore spiega il motivo: “Erano malati”. Secondo i rilievi fatti da un agronomo, non solo visivi ma anche strumentale (sono stati praticati dei piccoli fori per verificare se il tronco all’interno fosse cavo) sono emerse delle carie: tronco vuoto in sostanza. “Essendo a ridosso si una rotatoria, con il pericolo di schiantarsi da un momento all’altro, abbiamo inserito quell’area tra quelle da ripiantumare con il progetto Ossigeno”. In sostanza, con o senza Ossigeno, quegli alberi sarebbero stati abbattuti e sostituiti (a spese del comune). In questo caso invece sono stati utilizzati i finanziamenti regionali per inserire nuovi alberi.

Situazione, quella degli eucalipti rimossi, causata dalle capitozzature effettuate negli anni precedenti, “prima che arrivassi io”. “Prima gli alberi venivano capitozzati completamente, questo fa sì che l’albero si ammali più facilmente, che possano entrare insetti infestanti nel tronco e che lo svuotano e lo rendono instabile”.

Post correlati
CronacaItaliaNotizie

Ischia, i Vigili del Fuoco di Civitavecchia partiti per portare aiuti

Cittàpolitica

Santa Marinella, Tidei contro l’opposizione: “Spettacolo penoso”

Città

Covid, attestati della Regione ai Comandanti Luchetti e Tortolini

CittàCronaca

A Santa Marinella nuovo "Incontro fuori dal Comune"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.