fbpx
CittàNotizie

#Ioleggoperché, gli alunni di Ladispoli1 in visita nelle librerie

Le scuole riceveranno subito tanti nuovi libri per arricchire la loro biblioteca scolastica

Ioleggoperché, gli alunni di Ladispoli1 in visita nelle librerie-

Anche quest’anno il nostro Istituto , grazie al Progetto Lettura, da anni coordinato dall’Insegnante Emanuela Coltellacci, ha  partecipato all’iniziativa #Io leggo perché  .

Le attività avviate in questo mese, verranno portate avanti per tutto l’anno scolastico , per concludersi poi con la manifestazione del “Maggio dei Libri”  e la mostra finale, all’interno della quale verranno convogliati tutti  i percorsi attivati dai vari progetti.

Organizzata dall’Aie  (Associazione italiana editori), con l’obiettivo di rinforzare le biblioteche scolastiche di tutto il Paese, l’iniziativa #Io leggo perché,,   gode del patrocinio del ministero dei Beni culturali e, qui da noi, a Ladispoli,  si è potuto prenotare una visita alla libreria Scritti e Manoscritti ,che si è gemellata con il nostro Istituto e  dove , per ogni libro acquistato, ne verrà donato uno alla nostra biblioteca scolastica.

Infatti, dal 20 al 27 ottobre i genitori hanno potuto visitare  le librerie ed acquistare libri a favore di una scuola a loro scelta, le scuole riceveranno subito tanti nuovi libri per arricchire la loro biblioteca scolastica e in seguito gli editori aggiungeranno  ai libri donati una loro donazione uguale per ogni scuola .

L’iniziativa è stata un’opportunità, oltre che occasione  di uscita e conoscenza del territorio, per poter scoprire il piacere di perdersi fra gli scaffali e di farsi letteralmente sommergere dai libri e di navigare in un mare di storie.

  I ragazzi hanno potuto conoscere come viene organizzata una libreria, quali sono i criteri con cui vengono suddivisi i vari settori e poi la metodologia di esposizione dei libri.

Hanno potuto constatare di persona quanto il LIBRO non sia solo quello di scuola legato al dovere dello studio, ma LIBRO come piacere.

Per l’occasione , ogni classe, si  è proposto un percorso in cui la lettura a voce alta e l’interpretazione delle illustrazioni hanno rappresentato un libero viaggio tra parole e immagini del testo scelto e gli alunni  si sono lasciati condurre all’interno di ogni libro in cui ogni pagina, si è trasformata in uno scenario dove poter diventare protagonista e spettatore al tempo stesso.

L’intento è ovviamente quello  di incoraggiare e sostenere la lettura e il gusto della narrazione, creare un clima di complicità fra chi legge e chi ascolta e sollecitare una partecipazione alla voce dell’autore attraverso la mediazione del lettore. 

Nelle varie classi dei tre ordini di scuola, si sono organizzati inoltre laboratori e giornate di lettura durante i quali , gli studenti hanno potuto sperimentare non solo la lettura ma anche l’animazione di storie , l’illustrazione, la realizzazione di segnalibri  di gadget simpaticamente colorati attivando percorsi e promuovendo momenti di meditazione e di riflessione.

Scriveva il famoso scrittore Jorge Luis Borges ; “Mi sono sempre immaginato il paradiso come una biblioteca” , ma purtroppo la realtà è ben diversa, e nel nostro Paese, i lettori sembrano essere sempre di meno.

Ecco perché nella nostra Scuola,  il Progetto Lettura è di tutti e si parla di una lettura che superi l’ambito linguistico per connotarsi come un obiettivo più ampio di formazione della persona; si parla di curiosità alla lettura e di passaggio da una concezione della lettura come dovere scolastico ad una lettura come attività libera e capace di porre il soggetto in relazione con se stesso e con gli altri e , ancora , di valenza affettivo-relazionale e sociale della lettura.

Il progetto, in questo modo rientra in quella pedagogia che da anni, nel nostro Istituto, si intende portare avanti, vale a dire favorire la fruizione ed il rapporto tra i cittadini piccoli e grandi e abituarli così ad accedere ai beni culturali del proprio territorio, quali la Biblioteca,  la Libreria, il Teatro, il Cinema, i Musei, i Siti archeologici.

Perché sotto i panni dello scolaro o dello studente dovremmo riuscire a vedere il personaggio più importante : cioè il giovane uomo che impara a vivere! 

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Prostituzione, "A Roma vittime bambini anche di 10 anni"

AttualitàCittà

Ladispoli, i lavoratori della Flavia Servizi in stato di agitazione

Notizie

Cerveteri, solidarietà: sabato al Carrefour raccolta alimentare

CittàCronaca

Accoltella la rivale in amore. Rintracciata ed arrestata dai Carabinieri

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?