fbpx
 
Città

Impianto biogas, il sindaco di Fiumicino: “Evitiamo di fare confusione, tratterà fino a 60mila tonnellate annue”

Il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino: “È stata una decisone che tutti in quella sede hanno accettato. Ecco uno stralcio del verbale”

Impianto biogas, il sindaco di Fiumicino: “Evitiamo di fare confusione, tratterà fino a 60mila tonnellate annue” –

Riceviamo e pubblichiamo –

Impianto biogas sindaco Fiumicino

“Lo abbiamo già dichiarato e deciso tutti insieme nella conferenza dei servizi dello scorso 12 gennaio, cui hanno partecipato con noi Regione Lazio, Città metropolitana di Roma Capitale, Arpa Lazio, Asl Rm3 e Ama: per il nuovo impianto di biodigestione anaerobica che sorgerà nel nostro territorio, in località Lingua d’Oca, dunque al di fuori della Riserva naturale, si prevede un eventuale incremento dei quantitativi autorizzati per il recupero mediante trattamento biologico di rifiuti non pericolosi fino a 60.000 tonnellate all’anno. È stata una decisone che tutti in quella sede hanno accettato. Ecco uno stralcio del verbale”. Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

[…] Comune di Fiumicino: Interviene il sindaco che richiede in particolare ad AMA s.p.a. di chiarire quale sarà il futuro dell’impianto e, in particolare, dell’attività di trasferenza autorizzata temporaneamente dalla Regione Lazio con l’AIA del 2015, ma tutt’ora in corso. Il sindaco evidenzia inoltre di essere intervenuto in danno alla società per il ripristino della viabilità di accesso al sito fortemente usurata nel tempo dal continuo passaggio dei mezzi AMA s.p.a. L’ultima questione è la più importante in quanto il Comune di Fiumicino ha una posizione contraria sull’impianto esistente perché ricade nella Riserva naturale del Litorale romano, ed è in particolare contrario a qualsiasi possibile ampliamento dell’impianto, fermi restando gli interventi di adeguamento strettamente necessari e finalizzati ad un funzionamento più corretto dell’impianto. Il Comune ha già avuto contatti con la società AMA s.p.a. proponendo anche un percorso condiviso per individuare una nuova ubicazione impiantistica sempre sul territorio comunale. Il Comune vuole degli impegni chiari da parte di AMA s.p.a. ovvero che entro un certo tempo l’impianto venga delocalizzato in altra zona anche con un eventuale incremento dei quantitativi autorizzati (60.000 t/anno), al di fuori della riserva naturale, in area più idonea per l’ubicazione dell’impianto. Il Comune sta lavorando anche tramite i finanziamenti europei PNRR alla presentazione di un progetto impiantistico di questo genere e vorrebbe un supporto tecnico da AMA s.p.a. in collaborazione per realizzare questo impianto in luogo di quello esistente. Per quanto riguarda l’area esistente dove è ubicato l’impianto, il Comune richiede nella collaborazione con AMA s.p.a. la cessione del terreno in cui sorge l’impianto una volta bonificato cedendo in cambio la proprietà e gestione dell’impianto nella futura localizzazione.

AMA s.p.a.: La posizione della società è in linea con quanto indicato dal sindaco del Comune di Fiumicino. La società è favorevole all’ubicazione in una nuova area del nuovo impianto attraverso i fondi del PNRR. La società in ogni caso non avendo soluzioni alternative non è in grado di dismettere l’impianto precedentemente alla realizzazione del nuovo impianto che dunque dovrà rimanere in esercizio fino alla realizzazione del nuovo. Infine la società è disponibile a supportare il Comune per la realizzazione del progetto ed è favorevole all’impegno di cedere la proprietà del terreno dell’impianto esistente in cambio del nuovo impianto. Prende la parola l’Ing. Lategano che evidenzia che alla luce degli accordi che sono intervenuti recentemente e successivamente alla presentazione dell’istanza di riesame, relativi alla futura delocalizzazione dell’impianto, gran parte delle tecniche indicate nel riesame e suddette dovranno necessariamente essere riviste in quanto riguardano investimenti di miglioramento impiantistico che hanno una durata di realizzazione incompatibile con la nuova realizzazione che si prevede in altro sito in circa 2 anni. La società si riserva dunque di rivedere le tecniche indicate e su menzionate in funzione di quelle realizzabili in tempi brevi e necessarie per la manutenzione che dovranno essere garantite in ogni caso per il funzionamento corretto dell’impianto fino alla sua dismissione una volta realizzato il nuovo impianto.

Regione Lazio: I rappresentanti regionali prendono atto della volontà in accordo con il Comune di rilocalizzare l’impianto in area più idonea, anche con un potenziamento impiantistico importante utilizzando i fondi europei PNRR. Per quanto riguarda l’impianto esistente di cui dunque si prevede la dismissione si chiede alla società di aggiornare la documentazione presentata per il riesame in funzione delle tecniche che potranno essere messe in campo al fine di garantire in ogni caso un funzionamento dell’impianto coerente con la normativa fino alla sua dismissione che comunque non avverrà fino all’avvenuta realizzazione del nuovo impianto. Con l’aiuto dell’organo tecnico regionale ARPA Lazio si valuteranno tutti gli interventi necessari ai fini di tale funzionamento dell’impianto. Per quanto riguarda il vincolo sulla trasferenza che è temporalmente autorizzata in attesa della realizzazione degli impianti autorizzati di Cesano e Casal Selce si chiede alla società di chiarire lo stato realizzativo di questi ultimi due impianti autorizzati nel 2020.[…]

“Evitiamo dunque – conclude il sindaco – di fare confusione su questo, perché il fabbisogno esclusivo del Comune di Fiumicino è minore rispetto alle 60 mila tonnellate annue, che sono invece finalizzate a fare un nuovo impianto tutto chiuso, senza emissioni esterne e in sostituzione dell’attuale sito Ama di Maccarese, dove conferisce Roma. Se c’è qualcuno che la pensa diversamente, lo dica subito almeno ci si muove su altre prospettive”.

Post correlati
CittàCuriosità

Coloriamo Cerveteri: bandiere, festoni e palloncini per celebrare i rioni

CittàCultura

Week End da tutto esaurito nella Perla del Tirreno

CittàCultura

Cerveteri, stasera Alessandro Di Carlo apre l'Etruria Eco Festival

Cittàpolitica

Elezioni, Ladispoli rende noti gli orari degli uffici per gli adempimenti relativi alla presentazione delle candidature

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.