fbpx
 
CulturaStoriaTecnologia

Iliade e Odissea di Marco Mellace, Flipped Prof, i più visti su YouTube

Secondo YouTube Rank, infatti, i due video realizzati sui due poemi attribuiti a Omero, rispettivamente con 146.018 e 87.416 visualizzazioni, sono i più visti sulla rete ed in particolare sulla piattaforma web 2.0

Iliade e Odissea di Marco Mellace, Flipped Prof, i più visti su YouTube –

di Marco Di Marzio

Iliade e Odissea di Marco Mellace, Flipped Prof, i più visti su YouTube

Iliade e Odissea valgono a Marco Mellace due nuovi primati su YouTube grazie al proprio canale didattico e multidisciplinare. Secondo YouTube Rank, infatti, i due video realizzati sui due poemi attribuiti a Omero, rispettivamente con 146.018 e 87.416 visualizzazioni, sono i più visti sulla rete ed in particolare sulla piattaforma web 2.0. Per colui conosciuto in tutto il mondo con il soprannome di “Flipped Prof” per i suoi lavori multimediali destinati a scopi formativi, nella vita insegnante di sostegno presso l’Iss Luca Paciolo di Bracciano, è dunque un nuovo primato, segno di come passione e voglia di fare sono riconosciuti e soprattutto valorizzati dal grande pubblico. Non dilungandoci ulteriormente con le spiegazioni, chi scrive ha voluto incontrare telefonicamente nuovamente Marco Mellace per una breve intervista attraverso la quale conoscere più da vicino le ragioni di questi nuovi successi.

Caro Marco, quali emozioni si provano nel sapere che i tuoi video YouTube sull’Iliade e l’Odissea sono i più visti dalla rete?

Emozioni bellissime, perché questi due video sono nei parziali i più visti su YouTube e ciò fa sì che andando sulla piattaforma web 2.0 e digitando Iliade e Odissea le prime riproduzioni che appaiono sono le mie. È qualcosa di incredibile.

Parlaci del video sull’Iliade.

Con il titolo “L’Iliade tutta, trama completa”, il video è stato realizzato nel novembre del 2020 perché richiesto da molti miei studenti e colleghi docenti. È nato con qualche difficoltà poiché in fase realizzativa non avevo pronta una rappresentazione di Troia, che ho risolto però utilizzando una mia vecchia ricostruzione 3D fatta l’anno precedente riguardante Lacedenom, la Sparta al tempo dei micenei, che presentava una location molto simile.

Oltre a quello delle visualizzazioni quali altre soddisfazioni ha fornito il video alla tua carriera di divulgatore web?

Quelle di sapere che il video ha aiutato molti ragazzi a comprendere l’Iliade, spesso studiata senza fare attenzione ad alcuni accorgimenti, primo fra tutti il pomo della discordia tra inizio e fine dell’opera, che il video sa ben illustrare.

Ed ora, invece, su quello dell’Odissea.

Con il titolo “Lezione capovolta sull’Odissea di Omero 12 minuti circa”, è un lavoro del 2019. I disegni originali sono addirittura di un anno prima, fatti tra il 2017 e il 2018. Realizzai l’Odissea in 10 puntante senz’audio, che aiutò molto gli alunni. Nel 2020 decisi di riproporlo questa volta aggiungendo la voce, divenendo così un piccolo classico della didattica multimediale.

Anche per questo, ti chiediamo quali riconoscimenti ha ottenuto oltre alle visualizzazioni?

Anch’esso ha ottenuto molti riconoscimenti. Tanti sono stati i colleghi docenti e studenti, di scuole di ogni ordine e grado, che mi hanno scritto, ringraziandomi per questo video, di fondamentale aiuto alle loro attività.

Questi due video, oltre che per scopi conoscitivi, in quali altri ambiti possono trovare spazio?

In tutti quegli ambiti in cui si rende necessario l’approfondimento culturale di queste due opere, per esempio anche per formulare dei quiz di apprendimento. Sono lavori multimediali che se saputi ben sfruttare possono davvero permettere una buona conoscenza dell’Iliade e dell’Odissea.

Per l’aspetto culturale, cosa rappresentano per te queste due opere attribuite a Omero?

Posso semplicemente dire che l’Iliade e l’Odissea appartengono a quella categoria di poemi con caratterizzazione unica nel loro genere. Sono un patrimonio per la cultura e la letteratura italiana e mondiale. Come importante è ricordare che queste due opere sono ambientate in Grecia e con eroi mitologici greci, un particolare non di poco conto vista la confusione storica e territoriale che spesso si compie nello spiegare queste opere.

Altri lavori sull’Iliade?

Per ora ciò mi sta dando grande soddisfazione. Sicuramente in futuro però proporrò altri lavori sull’Iliade, con anche magari delle Flipped Classroom dedicate a conoscere meglio i miti greci, in modo semplice.

E sull’Odissea?

Anche qui, lavorerò per ottimizzarlo ulteriormente. Inoltre, insieme con l’amico Andreas Arcadios, Docente e Filologo greco, vorrei provare a ricostruire in 3D il Palazzo di Ulisse, i cui resti si trovano a Itaca.

Caro Marco, in conclusione, a chi vuoi dedicare questi due nuovi primati?

Come detto, questo traguardo è per me un’emozione stupenda ed aggiungo anche per il fatto che la realizzazione di questi due video è legata a ricordi a me molto cari e riconducibili a due importanti persone della mia famiglia, mia madre che non c’è più ma che ha seguito la produzione dell’Iliade, e mio figlio, che appena nato dormiva accanto a me mentre ero impegnato con l’Odissea e la cosa è resa evidente dalla mia voce registrata bassissima per la presentazione di quest’ultimo video. Infine, naturalmente, vorrei dedicare questi risultati a tutti coloro che mi sono stati vicini nello sviluppo di questi due video.

Link video

Iliade: https://www.youtube.com/watch?v=dwGyjT-ttLo

Odissea: https://www.youtube.com/watch?v=iibNGd3cW50&t=3s

Post correlati
AttualitàCittàCultura

Caere: quando una grande metropoli si perde nella nebbia della Storia. Ovvero il legame indissolubile tra la città dei vivi e la città dei morti

CittàCultura

Cerveteri: sei Giusti fra le Nazioni e la Salvo D’Acquisto

CittàCultura

Cerveteri, due pianoforti e quattro mani in giro per il mondo

Storia

27 gennaio, Sinistra Italiana: "La memoria viaggia su un unico binario"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.