fbpx
 
CittàNotizie

“Il 27 Ottobre andate a donare”, l’appello del presidente Avis Lazio

“Necessario educare i cittadini per rispondere alle esigenze della comunità”

“Il 27 Ottobre andate a donare”, l’appello del presidente Avis Lazio-

Di Giulia Simone

Sono stati molti i temi trattati alla trasmissione “Cambia il mondo” (condotta da Fabio Bellucci su Centro Mare Radio) , andata in onda questa mattina.

Uno sicuramente importante è stato introdotto dagli ospiti Fiorella Fumini (presidente Avis Ladispoli) e Fulvio Vicerè (Presidente dell’Avis Regionale del Lazio ): quello della donazione del sangue.

Dopo i ringraziamenti di Fumini a tutta l’amministrazione, “Perché grazie a loro adesso abbiamo questa sede, che sarà attiva non solo la domenica, ma anche tutta la settimana”, è stato proprio Vicerè infatti a lanciare l’ appello : “Andate a Donare”.

Il Presidente è stato chiaro da subito sulla situazione attuale, dicendo che “Non va sempre bene, parliamo di un trend in negativo fino al mese di Giugno, ma in ripresa”.

“C’è una carenza cronica di donazioni, 30.000 unità di sangue sono importate dall’esterno, dalle altre regioni”

“Questo è un problema, perché si rischia con questa carenza, che qualche intervento per esempio, possa essere rimandato proprio per la mancanza di sangue disponibile”.

“E’ necessario” avvisa, “Educare i cittadini, perché se si vive in una comunità bisogna rispondere alle esigenze della stessa”.

“Anche perché il sangue può essere prelevato solo dalle persone, ovviamente non si può produrre in laboratorio”.

Vicerè aggiunge anche che: “La donazione non dev’essere sporadica, ma costante”.

“Perché le emergenze possono capitare sempre ed in qualsiasi momento, bisogna essere pronti”.

Non manca un’attività di sensibilizzazione ed incoraggiamento da parte dell’Associazione.

Il Presidente ha parlato in primo luogo di questionari, fatti proprio per capire in cosa consistesse il “gap”, al fine di intervenire per risolverlo.

"Il 27 Ottobre andate a donare", l'appello del presidente Avis Lazio
Ladispoli, l’Avis chiama a “raccolta”

Tuttavia ciò non è servito a molto, “Poiché il donatore decide da solo quando intervenire, ed è imprevedibile”.

“Ma da 6-7 anni circa” spiega, ” ci impegniamo per fare educazione ai ragazzi delle seconde e terze medie”

“Portiamo l’attenzione sugli stili di vita, sull’alimentazione ed i disturbi che ne derivano, ed ovviamente incoraggiamo a donare”

” Per contribuire a compiti istituzionali dell’amministrazione e per formare cittadini più sani”.

” Di ritorno avremo così, un 18 enne sano in grado di donare”.

A tal proposito, Vicerè lancia un appello: ” il 27 Ottobre, andate a donare”

La donazione avrà luogo nella sede di via Vilnius, dalle 7 e mezza alle 11.

Oltre a (in)formare i giovani ragazzi sul corretto stile di vita da adottare, l’Avis incoraggia anche allo studio.

“Ieri il Consiglio Direttivo dellAvis ha deliberato di istituire 10 borse di studio per i ragazzi del 5 anno “

“Uno dei punti cardine, oltre al punteggio della maturità è anche l’iscrizione al’Avis di Ladispoli, oltre ad aver fatto almeno una donazione durante l’anno”

Post correlati
Città

Cerveteri, al Rifugio degli Elfi la presentazione del libro "Il Circo dei Folli" di Francesco Di Giulio

Città

Ladispoli, in Biblioteca arriva Caccia alla lettura

Notizie

Trenitalia in sciopero domani e venerdì: possibili disagi

Cittàpolitica

Civitavecchia, l'Assessore Roberto D'Ottavio inaugura lo Sportello Digitale dell'Acea

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.