fbpx
 
CittàCultura

I ventitré anni d’amore di Dimensione Danza

Alessandra Ceripa: “Quando fondai questa scuola avevo le idee ben chiare. La mia scuola doveva essere basata su valori educativi fondamentali come educazione, rispetto, impegno, felicità. Sentirsi tutti uguali sul palcoscenico”.

I ventitré anni d’amore di Dimensione Danza –

La scuola etrusca propone il tradizionale spettacolo invernale, a Montalto di Castro nella splendida cornice del Teatro Lea Padovani.

Centotrenta allieve, dalle piccolissime (3-4 anni) fino al vertice tecnico della scuola rappresentato dalla Compagnia Etruria Dance Company e dalla Crew Street Elegant Tribe, racconteranno attraverso meravigliosi lavori coreografici, realizzati dalle maestre e maestri della scuola cerite, “Ventitré anni d’amore”.

Un racconto danzato per rivivere 23 anni di storia, di una realtà, fondata nell’anno 2000 nella cittadina etrusca, tenuta sempre viva grazie alla tenacia, alla preparazione e all’amore che la Direttrice Artistica Alessandra Ceripa, mette in ogni progetto che realizza.

“Quando fondai questa scuola avevo le idee ben chiare. La mia scuola doveva avere un preciso programma che, la ricercata preparazione di questa meravigliosa arte, doveva essere basata su valori educativi fondamentali come educazione, rispetto, impegno, felicità.

Sentirsi tutti uguali sul palcoscenico. Il cast di insegnanti è sempre stato e sarà di elevato spessore tecnico e formativo.

Ringrazio, per l’eccellente lavoro di questo anno accademico iniziato da quattro mesi, Paola Tricelli, Arianna Galassi, Sara Inzillo, Stefano Capelli, Valentina Venturini.

Un ringraziamento anche alle indispensabili assistenti Silvia Mantovani, Sara Ricci, Giorgia Rossi, Melania Valente”.

Quest’anno la preparazione delle allieve e allievi è stata arricchita con l’introduzione di un settore di fisiotecnica, curato dalla stessa Direttrice artistica Alessandra Ceripa, che ha riscontrato un grande successo.

Tutti pronti per lo spettacolo di domenica 15 gennaio, con tanta voglia di danzare, con il teatro Lea Padovani, già prenotato in tutti i posti disponibili.

Come ogni anno un esodo verso la cittadina viterbese di persone di Cerveteri, vista la carenza storica di una mancanza di un teatro in questa città.

(Immagine di repertorio)

Post correlati
Città

Santa Marinella, al via la riqualificazione dell’ecocentro

CittàCronaca

Bracciano, scontro tra due vetture: i vvf estraggono 4 persone dalle lamiere

Città

Il cordoglio di Tekneko per l'84enne morta a Ladispoli

Città

Elezioni Regionali del Lazio, informazioni per gli elettori di Cerveteri

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.