AttualitàCittàNotizie

I Consultori Familiari di Ladispoli e Cerveteri in rilancio dalla Regione Lazio

123 Condivisioni

“Si profila all’orizzonte dei consultori laziali  uno stanziamento pari a 3milioni di euro destinati al potenziamento e ai rifacimenti delle strutture “

I Consultori Familiari di Ladispoli e Cerveteri in rilancio dalla Regione Lazio-

di Carla Zironi

Quel cerchietto rosso intorno ai Consultori Familiari di Ladispoli e Cerveteri potrebbe trasformarsi in un rilancio, magari parziale, e ora è nelle mani della Regione Lazio.

Qualcosa si muove. L’annuncio è della Consigliera regionale  dem Eleonora Mattia, Presidente della IX Commissione, impegnata sul fronte delle politiche giovanili e delle pari opportunità, e invitata al meeting organizzato dal Coordinamento Donne Resistenti.

Si profila all’orizzonte dei consultori laziali  uno stanziamento pari a 3milioni di euro destinati al potenziamento e ai rifacimenti delle strutture, oltre al bando per l’assunzione di cento nuovi operatori da distaccare, previo concorso, nella provincia di Roma.

Una quota parte del tutto, ovviamente, spetterà alla ASLRM4 del nostro territorio. Una boccata d’ossigeno anche se le esigenze sono molteplici, e la coperta  è corta: la Consigliera regionale dem Marietta Tidei, eletta nel nostro collegio, anche lei invitata all’incontro, nel suo intervento ha ricordato come sia ancora in atto “il piano di rientro della Regione, che è costato lacrime e sangue” nel settore della sanità.

Vale la pena ricordare la genesi del buco miliardario, figlio della “disinvolta” gestione del Presidente Storace.

Il dissesto è poi ricaduto sulle spalle della Giunta Marrazzo che iniziò il risanamento.

Il testimone passò successivamente alla Presidente Polverini il cui mandato a La Pisana  riempi le cronache per gli scandali a base di “ostriche e champagne”.

Il calice amaro alla fine è toccato all’attuale numero uno della Regione Lazio Nicola Zingaretti, rieletto nel 2018. Comunque va dato atto al Coordinamento Donne Resistenti di aver alzato il periscopio sui Consultori Familiari, rinfrescando nel contempo la memoria della comunità sull’esistenza e sull’importanza di queste strutture socio sanitarie.

Quasi 1700 le firme raccolte con impegno certosino e al di là del bilancio aritmetico, che è eccezionale, va considerato che ogni singola adesione può essere moltiplicata  in rapporto anche al corrispettivo nucleo familiare di potenziali utenti, soprattutto nella fascia giovanile.

L’incontro all’Hotel Miramare di Ladispoli, venerdi 5 aprile, ha coronato con successo la campagna di sensibilizzazione.

Grande partecipazione di pubblico e non solo come numero, ma per la voglia di potersi esprimere, di poter testimoniare quanto i Consultori stiano a cuore ai cittadini che ne apprezzano l’esistenza e le funzioni di cui sono portatori.

E’ toccato alle dott.sse Elena Gelmini (Responsabile Consultori familiari ASLRM4), Gabriella Iacobelli (Assistente sociale), Elisabetta Canitano (Ginecologa),  coadiuvate da altri operatori, fornire lo spaccato di vita vissuta dei Consultori dalla nascita fino ai giorni nostri.

Con la tempra di veri e propri “operatori resistenti” hanno raccontato le difficoltà, le responsabilità, la voglia di mantenere vivo lo spirito fondativo che va ben oltre il confine del semplice ambulatorio.

“Un consultorio è come uno scoglio intorno al quale ci sono tanti nuotatori in cerca di un punto d’appoggio permanente”, e tra questi ci sono gli adolescenti, uno dei punti più delicati e problematici che forse andrebbe messo a sistema con una precisa regia.

Al meeting hanno partecipato anche gli Assessori di riferimento del Comune di Ladispoli, Dott.ssa Lucia Cordeschi, e del Comune di Cerveteri, Dott.ssa Francesca Cenerilli, che hanno assicurato il pieno appoggio al rilancio dei Consultori Familiari, mentre il Coordinamento Donne Resistenti dichiara:  “Quel che è successo oggi pomeriggio in questa gremitissima sala dell’Hotel Miramare, è qualcosa che fa bene a tutti: agli operatori del settore che da oggi sanno di non essere soli; alle Istituzioni che da oggi sanno di avere tanti alleati con i quali combattere questa battaglia; ai cittadini, che scoprono e riscoprono, il piacere di LOTTARE PER UNA GIUSTA CAUSA. Resistere, forse in fondo, significa proprio questo:ostinarsi nel perseguire un obiettivo nonostante tutto. Noi  abbiamo solo cominciato !”

Carla Zironi

123 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Cittàpolitica

25 aprile, la riflessione di Marco Di Marzio

AttualitàCittàCronacaOspiti

Civitavecchia, il 5 Stelle incontra Confcommercio: "Confronto positivo"

AttualitàCittàCronacaOspiti

Cerveteri, 15anni di UNESCO: la Soprintendente Eichberg inaugura il ciclo di iniziative

AttualitàCittàNotizie

Ladispoli, tutto pronto con la seconda tappa di Space in Action

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista