fbpx
Attualità

Giorno della Memoria, la città di Ladispoli celebra la ricorrenza

11 Condivisioni

Il sindaco Alessandro Grando: “Il Giorno della Memoria per ricordare che odio e intolleranza possono covare sotto la cenere”

Giorno della Memoria, la città di Ladispoli celebra la ricorrenza –

“Nonostante l’emergenza sanitaria, ci sono eventi come il Giorno della Memoria che debbono essere ricordati assiduamente, come perenne monito affinché gli orrori dell’Olocausto non accadano mai più.

Giorno della Memoria, la città di Ladispoli celebra la ricorrenza
Giorno della Memoria, la città di Ladispoli celebra la ricorrenza

La Città di Ladispoli, sia pure nelle ristrettezze dovute al Covid, intende celebrare questa ricorrenza con la dovuta attenzione”.

Le parole sono del sindaco Alessandro Grando che, a 21 anni dall’istituzione del “Giorno della Memoria”, ha voluto rivolgere un pensiero ai tragici ed indelebili eventi che portarono alle leggi razziali, alla deportazione dei cittadini ebrei, all’olocausto nei campi di concentramento.

“Il 27 gennaio – prosegue Grando – è una data fortemente simbolica, fu esattamente quel giorno del lontano 1945 che fu smantellato il campo di concentramento di Auschwitz, dove migliaia di innocenti furono barbaramente trucidati.

La Shoah, soprattutto per le nuove generazioni, è una memoria storica che abbiamo il dovere di tramandare e non far mai cadere nell’oblio.

L’odio, l’intolleranza e la discriminazione sono un male che può sempre covare sotto la cenere.

E’ dovere di tutti noi, in primis degli amministratori, tenere sempre alta l’attenzione e stigmatizzare nettamente ogni segnale di potenziale intolleranza razziale, religiosa e di genere.

Ladispoli è sempre stata pionieristica nel processo di integrazione, da tanti anni accoglie etnie differenti che convivono pacificamente in modo laborioso e costruttivo, integrandosi alla perfezione nel tessuto sociale.

Il 27 gennaio è un giorno da scolpire a caratteri cubitali nella memoria di tutti noi, abbiamo il dovere di insegnare ai nostri figli come il male non sia mai un evento casuale; nasce come un mosaico che si compone quotidianamente di tasselli pericolosi che non dobbiamo mai sottovalutare.

Ladispoli è e sarà sempre in prima fila contro ogni forma di intolleranza, odio, violenza e  sopraffazione”.

(torna a Baraondanews)

11 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Coronavirus, in Italia il tasso di positività sale al 7,6%

Attualità

Coronavirus, nel Lazio 1399 nuovi positivi. 943 i guariti

Attualità

Lazio, sospese le prenotazioni online per i nati nel 1956 e 1957

Attualità

Coldiretti Lazio: "Bene 15ml dalla Regione per 214 giovani agricoltori"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.