fbpx
 
CittàNotiziepolitica

Gianluca Paolacci: “Il Comune di Cerveteri si sarebbe potuto dotare, a costo zero, di un ufficio per il monitoraggio dei fondi di finanziamento”

Seconda parte dell’intervista al consigliere comune di opposizione

di Giovanni Zucconi

L’ultima volta che abbiamo incontrato il consigliere Gianluca Paolacci abbiamo parlato di molti argomenti. Che è sempre difficile poterli condensare in un unico articolo. Per questo, da quell’intervista, oggi riporteremo quello che ci ha raccontato su un tema che non è stato trattato su altri quotidiani: la proposta di istituire un ufficio del Comune di Cerveteri dedicato al monitoraggio e all’individuazione dei fondi di finanziamento di interesse per la città.

Un ufficio che, grazie alla collaborazione con l’Università di Roma Tre, sarebbe stato praticamente a costo zero per le casse comunali. Così come sarebbe stata a costo zero, o comunque irrisorio, l’implementazione di una piattaforma informatica, basata sull’Intelligenza Artificiale, a supporto di questa attività di monitoraggio. La mozione è stata però bocciata in Consiglio comunale.

Perché abbiamo voluto parlare con il consigliere Paolacci proprio di questa mozione, di cui lui è stato promotore? Perché, a mio parere, con questa bocciatura, l’Amministrazione del Comune di Cerveteri manda due segnali non bellissimi.

Il primo, è che non si valorizza, ogni volta che sia possibile, l’opposizione propositiva. È vero che la maggioranza deve governare seguendo i suoi programmi e i suoi tempi. E che non si possono approvare tutte le mozioni della minoranza. Ma una mozione oggettivamente utile per la città, che prevede una sinergia con un’importante Università italiana, e per di più praticamente a costo zero, non si può non approvare. E poi, insisterò sempre su questo tema, l’opposizione propositiva, quella che non si limita alle denunce, spesso folcloristiche, ma che propone anche le soluzioni, e si adopera a realizzarle nella pratica, va tutelata come i panda.

È vero che questi riconoscimenti a dei soggetti dell’opposizione non sono sempre politicamente vantaggiosi per la maggioranza. Ma, come diceva Aldo Moro: “È meglio sbagliare insieme che avere ragione da soli”. Frase da non leggere alla lettera, ma da assumere come bussola comportamentale.

Gianluca Paolacci: “Il Comune di Cerveteri si sarebbe potuto dotare, a costo zero, di un ufficio per il monitoraggio dei fondi di finanziamento”
Gianluca Paolacci: “Il Comune di Cerveteri si sarebbe potuto dotare, a costo zero, di un ufficio per il monitoraggio dei fondi di finanziamento”

Il secondo segnale negativo, che è emerso da qualche intervento in aula durante la discussione della mozione, è che sembra che si abbia paura di dover affrontare tutti i finanziamenti che emergeranno in futuro. Che un po’ è quello che stiamo vivendo in Italia con i finanziamenti europei del PNRR. I fondi ci sono, ma non ci sono, o non si riesce a fare partire, tutti i progetti che dovrebbero essere finanziati. È vero. A ogni finanziamento deve corrispondere un progetto che poi va seguito, e va realizzato fin in fondo rispettando i capitolati. E non sempre ce lo si può permettere. Ma non è bellissimo, per un’Amministrazione comunale, rinunciare a priori a lavorare anche se su un solo progetto utile alla comunità, se qualcuno ti dà i soldi per realizzarlo.

Fatte queste premesse, leggiamo cosa ci ha detto su questo tema il Consigliere Gianluca Paolacci.

L’ultima volta abbiamo parlato della mozione sull’orologio a sei ore di Cerveteri. In quel caso ci fu un’approvazione all’unanimità. Ma non va sempre così. Mi aveva anticipato una mozione, che lei riteneva importante, ma che non è stata approvata in Consiglio comunale. Su quale tema verteva?

“Premetto che per me, spesso, si travisa il senso stesso delle mozioni. Ho presentato insieme al mio gruppo una mozione sui fondi di finanziamento. Che io avevo specificato, anche nell’esposizione della mozione, che non era assolutamente una critica. E non voleva esserlo. Voleva solo essere un contributo e un incentivo affinché tutti noi possiamo fare meglio e di più per reperire dei fondi utili per la nostra comunità.”

Sottintende che, come Comune, abbiamo perso qualche finanziamento?

“Negli ultimi anni, abbiamo perse diverse possibilità di reperire dei fondi destinati alla Comunità. Proprio per questo ho chiesto la possibilità di istituire un ufficio ad hoc, che si occupi di reperire fondi. Perché ce ne sono tanti. Siccome sono uno che propone, ma trova anche la soluzione al problema, perché non mi piace la critica sterile, ho fatto degli accordi con l’Università di Roma Tre. Loro metterebbero a disposizione dei laureandi in Ingegneria Informatica, per affiancarci.”

A titolo gratuito?

“Potremmo istituire questo ufficio praticamente a costo zero. Ma non si trattava solo di mettere insieme dei laureandi, ma anche di implementare una piattaforma informatica, facilmente accessibile a tutti, che evidenziasse tutti i finanziamenti di interesse per Cerveteri. Per ogni finanziamento avrebbe indicato a quale ente o associazione fosse diretto, chi poteva parteciparvi e le relative scadenze. Se proprio non avessimo voluto, o potuto, istituire questo ufficio, sarebbe stato anche sufficiente implementare solo questa piattaforma informatica. Che poteva benissimo essere anch’essa a costo zero con il supporto dell’Università di Roma Tre.”

Quindi sta dicendo che non era necessario aprire un ufficio con del personale dedicato?

“La soluzione ottimale è chiaramente quella di avere un ufficio con anche una sola persona, per tre o quattro ore alla settimana, capace di individuare tutti i finanziamenti di maggiore interesse per la comunità di Cerveteri. Ma soprattutto capace di coordinare i diversi soggetti a cui questi fondi sono destinati, in modo che possano partecipare, dove possibile, a bandi dove è richiesta, o è possibile, la compartecipazione di più enti o associazioni.”

Cosa c’entrano le associazioni?

“Non ci sono mica solo i finanziamenti dedicati alle Amministrazioni. Escono bandi di ogni tipo. Per diversi soggetti e per diverse finalità. Anche per le associazioni che operano sul territorio. Per le associazioni sarebbe importante essere informate tempestivamente ed esaurientemente sui possibili finanziamenti che riguardano le loro attività. Queste informazioni, di solito non è semplice reperirle per tempo.”

Mi stava dicendo un ufficio dedicato è la soluzione ottimale. Ma che non sarebbe strettamente necessario

“Come le dicevo, il cuore di questo progetto è una piattaforma informatica basata sull’Intelligenza Artificiale. È lei che andrebbe a reperire, in tempo reale, i bandi più utili per la nostra comunità. Adeguatamente addestrata, potrebbe fornire, in modo semplice e intuitivo, a chiunque sia interessato, anche se poco esperto, tutte le informazioni sui bandi e sui finanziamenti. Quindi, se c’è una persona è meglio, perché così può coordinare meglio i vari soggetti, ma non è strettamente necessaria. La piattaforma può funzionare da sola, e aggiornarsi in modo automatico. Volevamo realizzare uno strumento utile a tutta la comunità, Al servizio di tutte le persone, gli enti e le associazioni del Comune di Cerveteri. E le assicuro che non sempre questi bandi o finanziamenti sono a fronte di progetti complessi o onerosi. Difficili da gestire o da portare a termine. Spesso basta solo partecipare al bando, avendo naturalmente tutti i requisiti, per ottenerne i benefici.”

Gianluca Paolacci: “Il Comune di Cerveteri si sarebbe potuto dotare, a costo zero, di un ufficio per il monitoraggio dei fondi di finanziamento”
Gianluca Paolacci: “Il Comune di Cerveteri si sarebbe potuto dotare, a costo zero, di un ufficio per il monitoraggio dei fondi di finanziamento”

Come è stata accolta la mozione?

È stata accolta favorevolmente come concetto. Ma è stata bocciata adducendo delle motivazioni che francamente non ho ben capito. Ma dopo il Consiglio più di qualcuno mi ha detto che era una buona idea, e che ci si poteva lavorare. A me questa cosa un po’ dà fastidio. Sarebbe stato più carino che si fosse detto: “Questa idea ci piace, ma rielaboriamola meglio. Lavoriamoci insieme a quattro mani.”. A me sarebbe andato benissimo. Avrei ritirato la mozione, e avrei creato un tavolo ad hoc su questa tematica. In questo tavolo avrei portato l’Università di Roma Tre, che ci avrebbe presentato il progetto. In queste condizioni, non sarebbe servito neanche riproporre la mozione.”

Sarebbe un peccato perdere questa opportunità

“Nel preparare questa mozione sono stato aiutato da una docente universitaria di Roma Tre. Mi ha ulteriormente stimolato dicendo che era una bellissima idea anche per i ragazzi che avrebbero partecipato. Che, oltre a studiare, comincerebbero a mettere in pratica le loro nozioni. Realizzare una piattaforma informatica evoluta per un’Amministrazione Comunale, come tesi o tirocinio, sarebbe stato per loro una bella sfida e sicuramente una bella esperienza da rivendersi nel mondo del lavoro.”

Ha fatto una previsione, in euro, di quanto sarebbe utile una struttura così dedicata?

“Nel presentare la mozione, non ho elencato tutti i finanziamenti che abbiamo perso. Già l’ho detto. Non volevo che un progetto in cui credo molto diventasse, o fosse letto, solo come una becera critica. Ma le assicuro che abbiamo perso milioni di euro. Milioni che non torneranno più. Tra due anni sarà passato anche il Giubileo. Poi i soldi erogati saranno sempre di meno. E se non li prendiamo adesso, rimaniamo ancorati al vecchio.”

Ripresenterà in Consiglio comunale questa mozione?

“La ripresenterò certamente. Intanto cercherò di capire se c’è una volontà condivisa di andare avanti. Altrimenti la porto avanti da solo. Io non lascio cadere nel vuoto la possibilità di essere supportati, in un compito così strategico, da un ateneo importante come quello di Roma Tre.”

Post correlati
CittàCronaca

Vasto incendio a Magliano Romano. Sul posto i vvf di Cerveteri

CittàUncategorized

Cerveteri: successo per la festa dei rioni Fontana Morella e Casaccia Vignola

Città

Civitavecchia: oltre 25 mila capi di abbigliamento donati alla comunità di Sant'Egidio

Cittàpolitica

Cerveteri, oggi primo Consiglio Comunale dei Giovani. Il neo eletto Matilli: "Lotteremo per le nostre idee e sosterremo tutte quelle utili alla comunità giovanile"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.