fbpx
AttualitàCittàCronacaNotizie

“Furbara Sasso, mettete in sicurezza questa strada”

La furia dei residenti della zona dopo l’ennesimo incidente mortale sulla provinciale

“Furbara Sasso, mettete in sicurezza questa strada” – E’ venuto giù come un “proiettile” ed è finito con lo schiantarsi su di un’auto che viaggiava nella stessa direzione, causando la morte di uno dei due occupanti del veicolo.

L’incidente che ieri sera ha scaraventato nel terrore la città etrusca e quanti si trovavano in quel momento sul posto ha riacceso un campanello d’allarme mai sopito.

Quella strada è pericolosa. Va fatto qualcosa.

I cittadini da tempo chiedono interventi per la messa in sicurezza della strada. Ma ad oggi di quegli interventi non c’è alcuna traccia.

Proprio come la Settevene Palo a dover intervenire dovrebbe essere Città Metropolitana. E il sindaco Alessio Pascucci potrebbe far qualcosa per intercedere per i suoi cittadini.

“Da quando i mezzi pesanti non possono procedere sulla Settevene Palo – hanno denunciato i cittadini – quella strada è precipitata nel caos”.

Carreggiata stretta, fossi ai lati, niente marciapiedi. “Per aspettare l’autobus dobbiamo metterci in mezzo alla strada”.

Sicuramente non una situazione di sicurezza per chi magari sta aspettando il mezzo per andare a lavoro o a scuola.

“Anche i bambini che scendono dall’autobus per tornare a casa – hanno proseguito – ogni giorno corrono un pericolo”.

I cittadini si sentono abbandonati dalle istituzioni, in primis dall’amministrazione comunale che potrebbe sollecitare gli enti preposti ad intervenire.

“Sull’Aurelia – hanno detto – il Comune ha attivato degli autovelox per impedire alle auto di sfrecciare eppure l’Aurelia non è di competenza del Comune”.

E allora la domanda sorge spontanea: “Perché allora gli autovelox non possono essere installati sempre dal Comune su questa strada?”.

Serve un deterrente. Che sia un autovelox o dei dossi per rallentare la corsa sfrenata delle auto in transito per i cittadini poco importa.

L’importante è che si faccia qualcosa.

La situazione è ben nota all’amministrazione comunale di Cerveteri e al sindaco. Da tempo i residenti ne invocano l’intervento, purtroppo però senza alcun esito positivo.

E le tragedie sono dietro l’angolo. Anzi: davanti agli occhi.

Ieri a perdere la vita è stata un 60enne di Cerveteri.

A causarne la morte l’alta velocità con cui l’Audi con a bordo un ventenne, stava sfrecciando in direzione Aurelia.

Una corsa sfrenata in una strada stretta, rovinata dal tempo, dove spesso si staziona lungo i bordi in attesa proprio di quei mezzi pubblici che consentano di raggiungere il centro abitato di Cerveteri.

“Quanti altri morti dovremo contare prima che si faccia qualcosa?”

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Cronaca

Il comandante regionale GdF del Lazio in visita alla sezione aerea di Pratica di Mare

Attualità

Regione Lazio, approvate le linee guida per i centri anziani

Attualità

Lazio, saldi al via dal 1 agosto

Cittàpolitica

Cerveteri, la Belardinelli a Pascucci: "Non faccio ostruzionismo e non vengo in aula impreparata"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.