fbpx
 
Attualità

Festival di Sanremo: vincono Mahmood e Blanco



Sanremo, vincono Mahmood e Blanco

Vince il 72esimo Festival di Sanremo…Sabrina Ferilli. Genuina, spontanea, autentica.

Si presenta con un anti-monologo che diventa il monologo più riuscito di tutte e cinque le serate. Sabrina è…come la rosetta con la Nutella, piace proprio a tutti… è bella (anzi, e perdonatemi il dialetto, è proprio bbbbbona). E’ l’eleganza della semplicità, la dimostrazione che si può essere ironici senza essere volgari e bellissimi senza essere appariscenti.

Non ha bisogno dell’ effetto wow perché è lei l’effetto wow!

Al via la finale (e noi pronostichiamo il vincitore con la stessa semplicità con cui potremmo prevedere il risultato di Juventus-Cittadella!)

La serata – anch’essa prevedibilmente infinita – ci fa sorbire di nuovo tutte, ma proprio tutte, le canzoni (alla quinta serata io ho più occhiaie di Amadeus, senza però poter disporre delle sue truccatrici ! ) e nitide, mi appaiono definitive consapevolezze: Irama – che oggi si è vestito in ferramenta – si fa scrivere le rime dalla nipote di 6 anni, la rappresentante con una lista di saluti (no comment per l’abito anti-Covid – altro che un metro di distanza) canta l’edizione 2.0 del Gioca Jouer, con Lerch e Zio Fester (Highsnob-Hu).

Emma che fa Morticia, la mano di Morandi…La famiglia Addams è servita!

Donatella per questa importante serata, ha rubato le scarpe ai Cugini di Campagna e Yuman, lo fanno cantare sempre così tardi che scende direttamente dalla camera di albergo, in pigiama.

Stasera per omaggiare l’Italia, Ana Mena si veste da caramella Rossana e mentre la Spagna avrà uno spettacolo sulla Nostra iconica ed immortale Raffaella (giusto ed energico l’omaggio dedicatole) noi ci prendiamo lei!

Per l’occasione, tutti si (tra)vestono – tranne Er Canotta – Rkomi da Matrix. Oriettona da uovo di Pasqua dei Baci Perugina, Matteo Romano rispolvera il vestito della Prima Comunione, Achille se scorda le scarpe e Michele Bravi, bianco Casper, indossa il titolo della sua canzone, L’inverno dei fiori.

A chi mi parla della “voce riconoscibile” di Mahmood rispondo che anche Mengoni è inconfondibile e quando canta, lui si che fa venire i brividi.

Quando riuscirò a capire le parole che canta, forse riuscirò anche a comprendere la genialità di cui molti parlano. Ma questo è solo il mio – modestissimo – parere.

E così, con Elisa – in seconda posizione – a fare da ponte tra passato (Morandi) e presente, il duo Mahmood – Blanco conquista il primo posto. Signore e signori, dopo i Maneskin, e per giunta per la seconda volta, ci presenteremo in gara all’Eurovision con loro due che ormai sono incontenibili e dopo il Festival vogliono vincere anche la Milano-Sanremo – le bici già sono pronte.

La notizia della loro vittoria mi desta un magno gaudio, lo stesso che provo quando la Lazio ci batte in un derby (scusate, ma io oltre che romana so’ pure romanista!)

Al di là dei gusti personali (de gustibus non disputandum est) Sanremo è un collante pazzesco.

Tutti lo criticano (dietro uno schermo, tutto diventa fin troppo semplice…) ma tutti lo guardano. Quasi nessuno sa perché è nato. 1951. La Ligure città balneare soffre la stagione invernale così si organizza questa manifestazione canora per tentare di risollevare le sorti del turismo locale.

Cantanti in gara, 3. Vincitrice Nilla Pizza con “Grazie dei Fiori”. Da allora riflette le evoluzioni – e le involuzioni ?! – attraverso oltre 70 anni della nostra storia. E chissà che questo cambiamento cultural-generazionale sta iniziando proprio da qui.

Largo ai giovani ed allora da “vecchia tradizionalista” quale sono…Dopo una settimana di umili tentativi di allegria e socialità, concedetemi qualche secondo di super- cazzola.

E proprio ai giovani – i portatori dei colori del nostro futuro – voglio dire una cosa. Ricordatevi che… la gentilezza non è debolezza, la leggerezza non è superficialità, la bontà non è stupidità.

Ed in un mondo che corre sempre, provate a camminare. Spesso è proprio nelle piccole cose che risiede la felicità, siate grati e soprattutto non arrendetevi mai.

Post correlati
AttualitàCittàSalute

Sclerosi multipla, nuovo grande risultato per il Natale di Aism a Cerveteri

AttualitàCuriosità

Temporali, la Protezione Civile dirama l'allerta

Attualità

Oggi sciopero dei medici: a rischio 1,5 milioni di prestazioni sanitarie

Attualità

Ladispoli, concerto di Natale a cura della Banda "La Ferrosa"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.