fbpx
Cronaca

Era fuggito dal carcere di Rebibbia nel 2019, arrestato latitante

A scoprire il nascondiglio dell’uomo la Polizia di Stato in collaborazione con gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale del XI Gruppo Marconi

Era fuggito dal carcere di Rebibbia nel 2019, arrestato latitante –

Usufruendo del beneficio di lavorare all’esterno del carcere, era uscito senza più tornarvi. I fatti risalgono a dicembre 2019. Protagonista un bosniaco di 26 anni.

Fuggito carcere arrestato latitante

Ora a distanza di quasi due anni l’uomo è stato ritrovato in una baracca nel campo nomadi di via Luigi Candoni, a ridosso di una fitta boscaglia che, in caso di necessità, avrebbe dovuto favorirne la fuga.

A scoprire il nascondiglio dell’uomo, dopo una laboriosa attività investigativa sono stati, in collaborazione fra di loro, gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale del XI Gruppo Marconi, diretto dal Dirigente Emanuele Moretti e personale dell’XI Distretto San Paolo, diretto da Michele Peloso.

Individuato il settore dell’accampamento dove l’alloggio si sarebbe potuto trovare, gli operanti hanno bloccato tutte le possibili vie di uscita, posizionando 9 unità operative nella parte posteriore e laterale e 8 unità operative nella parte anteriore.

Gli agenti hanno proceduto alla perquisizione di tutti i manufatti presenti, rintracciando il giovane e arrestandolo; il tutto nonostante la complicità assicuratagli da amici e familiari, che facevano un servizio di vigilanza e sorveglianza continuativa, per informarlo di un eventuale arrivo delle forze dell’ordine.

Il 26enne è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàCronaca

Ostia, rapinavano e malmenavano le vittime: due arresti

CronacaNotizie

Tragedia a Roma: cade sui binari e muore investito dalla Metro

Cronaca

Prosegue senza sosta il controllo della Polizia di Stato sul territorio: 9 arresti nelle ultime 24 ore

Cronaca

Ostia in lutto per la morte della piccola Sofia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.