fbpx
 
Notizie

Coronavirus, Ladispoli. Denunciato un altro trasgressore

Coronavirus, Ladispoli. Denunciato un altro trasgressore

Ogni giorno, mattina e pomeriggio, ci sono due pattuglie della Polizia locale che girano per la città ed effettuato controlli sul rispetto del DPCM 11 marzo 2020.

Anche oggi è stata una giornata di controlli intensi da parte degli agenti della Polizia locale di Ladispoli, che ringrazio per la grande professionalità e per il senso del dovere con cui stanno lavorando in questi giorni difficili.

A seguito dei controlli è stato denunciato un cittadino, residente in una città limitrofa, sorpreso a girare nella nostra città senza un valido motivo.

Nonostante il lavoro delle Forze dell’Ordine, che purtroppo non sono in numero sufficiente per controllare tutto il territorio a tutte le ore del giorno, ci sono ancora persone che non rispettano le regole.

Per fortuna sono poche, a fronte di un’intera città, che ringrazio, che si sta attenendo alla lettera alle disposizioni per contenere il diffondersi del virus.

Oggi pomeriggio sono uscito io stesso per un controllo e ho visto personalmente un gruppetto di ragazzi che se ne stava tranquillamente raggruppato sul lungomare.
Successivamente sono stati avvistati mentre vagavano tra gli stabilimenti balneari.

Ho immediatamente segnalato il fatto alla Polizia locale, che è accorsa sul posto insieme ai Carabinieri per identificarli.
Nel frattempo si erano dileguati.

Adesso mi rivolgo a voi ragazzi.

Non pensate di essere più furbi degli altri. Non pensate di essere invincibili. Non pensate che quello che si vede in televisione non possa accadere anche a voi, o a un vostro familiare.

Questo virus è una brutta bestia e non guarda in faccia nessuno!

Comportandovi da irresponsabili mancate di rispetto a migliaia di persone che hanno perso la vita e a decine di migliaia in tutto il mondo che stanno ancora combattendo per sopravvivere.

Mancate di rispetto a tutti i medici e al personale sanitario che sta facendo turni massacranti per far fronte all’emergenza.

Mancate di rispetto alle persone che ogni giorno continuano ad andare a lavorare rischiando di contagiare se stessi e i propri familiari.

Mancate di rispetto a decine di migliaia di persone che stanno rispettando le regole, anche per tutelare voi.

Spero che qualcuno di voi legga questo messaggio e che vi rendiate conto che comportandovi in questo modo siete un pericolo per voi stessi e per chi vi sta vicino.

Accendete il cervello, altrimenti dimostrate di non averne.

In questi giorni, anche per esorcizzare la paura, è stato utilizzato il detto “andrà tutto bene”.

Ma se vogliamo che vada tutto veramente bene, sappiate che dipende anche da voi!

Cosi il sindaco Grando

Post correlati
CittàNotizie

Roma, la strada provinciale Braccianese sarà riqualificata

CittàNotiziepolitica

Approvato il Pua, Gubetti: "Cerveteri una delle città pilota"

CittàCulturaNotizie

La chef Maria Chiara Brannetti, executive del Ristorante Anna presso il Riva di Palo Resort di Ladispoli, in finale al S.Pellegrino Young Chef Academy Competition 2022-2023

CuriositàNotizie

Assumere Viagra riduce il rischio di malattie cardiache

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.