fbpx
Notizie

Coronavirus, la Regione Lazio stanzia 34 milioni per i ristori

Si tratta di due provvedimenti, da 30 e 4 milioni, che si affiancheranno a quelli predisposti dal Governo

Coronavirus, la Regione Lazio stanzia 34 milioni per i ristori –

La Regione Lazio stanzierà 34 milioni di euro per fornire ristori alle categorie lavorative in difficoltà a causa della situazione sanitaria.

Il Presidente Nicola Zingaretti ha detto che “con un nuovo bando multimisura da 30 milioni di euro andremo a ristorare con un sostegno al reddito di 600 euro colf e badanti, operatori del settore turistico, lavoratori della cultura e dello spettacolo, collaboratori sportivi e partite Iva”.

La misura fa seguito a un precedente stanziamento di 500 milioni di euro che la Regione aveva effettuato nel 2020.

“Per cultura e sport, inoltre, con 4 milioni di euro effettueremo lo scorrimento delle graduatorie degli avvisi pubblici pubblicati lo scorso dicembre per la concessione di contributi a fondo perduto destinati ad associazioni culturali e associazioni di promozione sociale che operano nell’ambito culturale e di animazione territoriale, ad associazioni e società sportive dilettantistiche e ai teatri del Lazio”.

“I sostegni economici saranno veloci e immediati – garantisce Zingaretti –, con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno”.

Dai dati forniti risulta che del secondo blocco di aiuti rivolti agli operatori dello spettacolo, da 4 milioni di euro, la somma sarà suddivisa in 2,8 milioni di euro alle Associazioni culturali e alle Associazioni di Promozione Sociale operanti nell’ambito culturale e di animazione territoriale e circa 1,2 milioni alle Associazioni e alle Società Sportive Dilettantistiche.

Infine saranno stanziati 119.000 euro che andranno ai gestori di spazi teatrali.

Invece i 30 milioni di ristori rivolti ai lavoratori saranno impiegati affianco alle somme stanziate dal Governo.

Il bando è disponibile sul sito della Regione Lazio ed è costituito da quattro misure a sostegno del reddito per i lavoratori che hanno cessato o ridotto l’attività e una è di contributo alla liquidità di lavoratori autonomi e ditte individuali titolari di partiva Iva la cui attività appartiene a uno dei codici Ateco riportati nella lista in allegato.

Il bando aprirà dopo Pasqua e le domande si potranno iniziare a inviare a partire dal 6 aprile (la data di apertura è differenziata a seconda delle misure), esclusivamente in modalità telematica.

Fonte: Askanews

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Coronavirus: nessun nuovo caso a Ladispoli, uno a Cerveteri

Notizie

Tari Cerveteri, Pascucci ribadisce: "La bolletta è sicuramente più bassa"

AttualitàCopertinaEvidenzaNotizie

Il Green Pass nel taschino

Notizie

Santa Marinella, raccolta differenziata: arrivano i nuovi mastelli

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.