fbpx
CittàCronacaNotizie

Controlli finalizzati alla tutela dei prodotti a indicazione geografica certificata

Diverse le operazioni condotte sul territorio nazionale dai Carabinieri dei Reparti Tutela Agroalimentare

Controlli finalizzati alla tutela dei prodotti a indicazione geografica certificata –

Sono continuati sul territorio nazionale i controlli dei Carabinieri dei Reparti Tutela Agroalimentare (R.A.C.) nel settore dei prodotti ad indicazione geografica certificati D.O.P. e I.G.P.. In particolare

il Reparto CC Tutela Agroalimentare di Roma, ha accertato:

nella Capitale, a seguito di controllo presso due ristoranti, come nei relativi menù fosse falsamente dichiarato l’impiego, quali ingredienti, di “Parmigiano Reggiano DO.P.”, “Mozzarella di Bufala Campana D.O.P.” e “Gorgonzola D.O.P.”, risultati invece essere, rispettivamente, altro formaggio a pasta dura, mozzarella di latte misto e formaggio erborinato tedesco. I due titolari sono stati denunciati all’A.G. per tentata frode in commercio;

nelle province di Napoli e Caserta, a seguito di controllo presso due caseifici, la commercializzazione di mozzarelle di latte misto (bufalino e vaccino) falsamente indicate come “Mozzarella di Bufala Campana D.O.P.”.

In uno dei due caseifici veniva inoltre rinvenuta ricotta di bufala occultamente addizionata con zucchero al fine di addolcirne il sapore e si procedeva al sequestro di circa 15 Kg di mozzarella di latte misto, 12 kg di zucchero raffinato,  circa 26.000 confezioni in plastica per “mozzarella di bufala”, oltre 830 kg di sacchetti evocanti la dicitura “mozzarella di latte di bufala” e diverso materiale da imballaggio.

Sono tre le persone denunciate all’A.G., a vario titolo, per frode in commercio e vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine;

il Reparto CC Tutela Agroalimentare di Messina

  a seguito di controlli presso due imprese commerciali ubicate nelle province di Catania e Messina, ha accertato l’utilizzo non autorizzato e l’indebita evocazione, nella presentazione dei prodotti in vendita, della Denominazione Protetta “Pistacchio di Bronte D.O.P.”, elevando sanzioni amministrative a carico dei rispettivi titolari per complessivi 9.000 euro.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

In fiamme uno spazio dell'area boschiva di Palo

Notizie

Aereo nel Tevere, è stato recuperato il corpo di Daniele Papa

Notizie

"Solo in Serie D si retrocede a tavolino per Covid-19": 31 club tra cui il Ladispoli diffidano la FIGC e la LND

Notizie

Covid-19, confermato trend in calo degli attualmente positivi

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.