fbpx
Notizie

Coloriamo la nostra scuola, alla Melone anche i ragazzi di “Piccolo fiore” di Ladispoli

15 Condivisioni

Studenti e i ragazzi dell’associazione hanno realizzato una parete dell’istituto comprensivo di via Yvon de Begnac

Coloriamo la nostra scuola, alla Melone anche i ragazzi di “Piccolo fiore” di Ladispoli –

Prosegue all’istituto comprensivo di via Yvon de Begnac l’iniziativa “Coloriamo la nostra scuola” promossa da Donato Ciccone e partita dalla Ladispoli 1.

Coloriamo la nostra scuola, alla Melone anche i ragazzi di "Piccolo fiore" di Ladispoli
Coloriamo la nostra scuola, alla Melone anche i ragazzi di “Piccolo fiore” di Ladispoli

Sabato scorso la classe I A della secondaria ha incontrato i ragazzi dell’associazione “Piccolo Fiore” di Ladispoli per dipingere insieme le mura dell’istituto comprensivo “Corrado Melone”.

“Alcuni degli artisti erano già a scuola – raccontano gli studenti della I A, Ania Marchetti, Antonio Pisacane, Angelica Mirante – e ci hanno mostrato i loro lavori.

“Una signora molto gentile ci ha subito coinvolti mostrandoci un murale stilizzato che nascondeva il nome del nostro Preside Agresti”.

“Siamo rimasti stupiti: dappertutto c’erano persone che dipingevano con tanto amore e dedizione”.

“Ci hanno assegnato una parete della scuola da dover riempire di colori, non avevamo vincoli, dovevamo sentirci liberi di esprimere il nostro estro, potevamo essere noi stessi senza il timore di sentirci giudicati”.

“Tutti abbiamo dato il massimo collaborando con i ragazzi dell’Associazione che hanno contribuito alla grande alla realizzazione di questo progetto. Gli artisti ci hanno dato pennelli, colori e piena libertà di sbizzarrirci”.

Coloriamo la nostra scuola, alla Melone anche i ragazzi di "Piccolo fiore" di Ladispoli
Coloriamo la nostra scuola, alla Melone anche i ragazzi di “Piccolo fiore” di Ladispoli

“Abbiamo utilizzato diverse tecniche per disegnare, e ognuno ha tirato fuori il meglio di sé: il risultato è stato fantastico!”.

“Possiamo affermare che in una bellissima mattinata di sole abbiamo imparato tante cose perché dovevamo necessariamente coordinarci per dividerci gli spazi da colorare, ci siamo conosciuti meglio come classe, abbiamo saputo gestire al meglio la libertà che ci era stata concessa mostrandoci responsabili e consapevoli dell’importanza del progetto “Coloriamo la nostra scuola”, abbiamo coinvolto con i nostri sorrisi e con il nostro entusiasmo i ragazzi del “Piccolo fiore”, abbiamo dipinto intrecciando le nostre mani e le nostre anime, facevamo a gara a portare i segni di quella giornata, ognuno di noi era una tavolozza di colori e non abbiamo pensato alle nostre mamme quando ci avrebbero visti ricoperti di schizzi …quelli erano i segni della nostra gioia e non doveva essere lavata con l’acqua, volevamo portarla addosso”.

“Un momento molto emozionante è stata sicuramente la merenda, gentilmente offerta da alcune mamme e dall’Associazione del “Piccolo fiore”, eravamo tutti insieme a trascorrere quegli ultimi minuti insieme, solo sorrisi e tanto sole”.

“Qualche lavoro non è stato completato o rifinito semplicemente perché cercavamo una scusa per ripetere questa meravigliosa esperienza di partecipazione attiva, ci siamo sentiti importanti, utili per la nostra scuola, speciali per chi cerca un abbraccio o un sorriso”.

“Il nostro è stato solo un piccolo contributo e vorremmo ringraziare chi ha avuto questa bellissima idea di abbellire la nostra scuola, sicuramente un grande merito spetta al nostro Preside Riccardo Agresti che abbiamo conosciuto personalmente in una lunga intervista che ci ha concesso, in cui abbiamo scoperto una grande passione per il lavoro che svolge; grazie alla signora Sandra Magagnini, instancabile, coinvolgente, sempre sorridente, e grazie ai nostri insegnanti che ogni giorno ci ispirano con le loro lezioni tra i banchi e con le loro iniziative sempre volte a far emergere il meglio di noi”.

15 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Chiusura Settevene Palo, ''Tempi non brevi. Abbiamo chiesto aiuto alla Regione''

Notizie

Fiumicino, oltre 60 bambini partecipano all'iniziativa di Poste Italiane 'Posteaperte'

Notizie

Ladispoli, da lunedì servizi anagrafici accessibili solo dopo prenotazione online

Notizie

Fiumicino, lavori passerella pedonale: sarà aperta solo lato Isola Sacra

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?