fbpx
 
Città

Civitavecchia, Paola Rita Stella: “Soddisfatta per l’attenzione data dal Ministero al tema della dispersione scolastica”

Il vice segretario del Pd di Civitavecchia interviene sui finanziamenti del Ministero dell’Istruzione in materia di dispersione scolastica

Civitavecchia, Paola Rita Stella: “Soddisfatta per l’attenzione data dal Ministero al tema della dispersione scolastica” –

Riceviamo e pubblichiamo –

A nome del Partito Democratico esprimo viva soddisfazione per l’attenzione finalmente dedicata dal Ministero dell’Istruzione al tema della dispersione scolastica. Un problema che ha radici antiche, difficili da eradicare, e che ha profondamente inciso sulla crescita culturale, professionale e sociale del nostro Paese.

Civitavecchia Stella dispersione scolastica

Anche alla luce dell’esperienza e del percorso politico e amministrativo che mi onoro di aver svolto negli anni in questo campo specifico, sono certa che investendo sulla scuola, sui programmi didattici, sulle sinergie tra gli istituti e sulle professionalità dei nostri docenti riceveremo indietro moltiplicate, nel tempo, le risorse impiegate all’origine. Solo seguendo questi dettami potremo offrire ai nostri giovani un percorso formativo adeguato al mondo di oggi per uno sviluppo armonico ed integrato sotto ogni profilo.

Per combattere la dispersione scolastica dovremmo riuscire a motivare i nostri giovani rendendoli consapevoli che solo attraverso il conseguimento dei titoli e delle qualifiche adeguate sarà più agevole affacciarsi al mondo del lavoro.

Come noto pochi giorni fa, il 24 giugno, il Ministero dell’Istruzione ha adottato il decreto 170 con il quale vengono definiti i criteri di riparto delle risorse per le azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica della scuola secondaria di I e II grado. Obiettivo dell’investimento è quello di ridurre il tasso di dispersione scolastica nel nostro Paese e raggiungere nel 2026 una percentuale pari al 10,2%, ossia adeguarci alla media dell’Unione Europea calcolata nel 2019. Come migliaia di altri comuni anche la nostra città, per ben quattro istituti superiori, ha beneficiato di risorse importanti nell’ordine di centinaia di migliaia di euro e questo per una specifica iniziativa del Ministero che non ha attinenza con gli organismi amministrativi sotto ordinati. Non si tratta dunque di fondi richiesti in tempi remoti né tantomeno in tempi recenti proprio perché l’indirizzo del governo Draghi mira al raggiungimento di questo obiettivo importantissimo con una valenza sociale di livello nazionale nell’interesse di migliaia di giovani

Post correlati
CittàNotizie

Santa Marinella e abbeveraggio degli animali, Tidei: "Il Comune sta facendo un lavoro che non gli compete"

CittàCultura

Ladispoli, torna "Il Simposio Etrusco. Una magica notte di 2500 anni fa"

Cittàpolitica

Casa Pound: "Salviamo i popoli indigeni d'Europa"

CittàNotizie

Ladispoli, da venerdì 12 partono le aree pedonali

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.