fbpx
 
Cittàpolitica

Civitavecchia, l’amministrazione comunale conferisce il riconoscimento onorifico al Ce.Si.Va.

Il Consiglio Comunale di Civitavecchia, il 22 febbraio 2024, ha votato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria al Centro di Simulazione e Validazione dell’Esercito.

“La scuola di Guerra prima, ed il CE.SI.VA oggi, con le loro peculiari attività, hanno contribuito alla elevazione socio-culturale ed economica della città promuovendo il nome di Civitavecchia sia in Italia che in campo internazionale”, con questa motivazione è stato consegnato il prestigioso riconoscimento al Ce.Si.Va. alla presenza, nell’Aula Consiliare del Comune di Civitavecchia, dei militari del Centro, degli Enti militari, dei Corpi Armati di Civitavecchia e delle locali Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Durante la cerimonia il sindaco di Civitavecchia, Avv. Ernesto Tedesco ha sottolineato come: «il conferimento della Cittadinanza Onoraria vuole essere un’ulteriore opportunità per sviluppare progetti di mutuo interesse tra l’Amministrazione e il Ce.Si.Va. rivolti soprattutto alla reciproca conoscenza, all’elevazione culturale e alla pratica di quelle discipline socio-culturali che sono fondamenta del vivere in una comunità ed è un modo concreto per celebrare coloro che rendono ogni giorno onore all’Unità Nazionale».

Nel ringraziare il Sindaco, il Consiglio e la Giunta Comunale per il prestigioso titolo ricevuto il Comandante del Ce.Si.Va. Gen. D. Vezzoli ha sottolineato che alla base di una fattiva sinergia istituzionale ci sono profonda conoscenza e continuo dialogo. Il Ce.Si.Va. è un centro militare di eccellenza, ma è anche un polo culturale di grandissimo valore, artistico e culturale, per la comunità di Civitavecchia e il territorio.

Civitavecchia, l’amministrazione comunale conferisce il riconoscimento onorifico al Ce.Si.Va.
Civitavecchia, l’amministrazione comunale conferisce il riconoscimento onorifico al Ce.Si.Va.

La caserma intitolata alla Medaglia d’Oro “Luigi Giorgi”, ha ospitato dal 1947 al 2003 la Scuola di Guerra, istituto militare superiore per la formazione avanzata, degli Ufficiali del ruolo normale della Forza Armata.

Il Ce.Si.Va. ha mantenuto il motto “Alere Flammam” (alimentare la fiamma) e oggi la sua missione principale è l’applicazione della simulazione addestrativa nell’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego. Il Centro con le sue peculiarità tecnologiche rappresenta un’eccellenza all’interno della Forza Armata.

Il profondo rapporto costruito nel tempo con il territorio, le Istituzioni e la comunità civitavecchiese, è stato sempre improntato ad una reale e reciproca osmosi. Ne è testimonianza il fatto che il personale effettivo al Ce.Si.Va., da decenni, è parte integrante, del tessuto connettivo cittadino sempre presente nel prestare concreto supporto alle esigenze emergenziali, come accaduto in passato.

Il Ce.Si.Va. è un polo culturale di eccezionale pregio: l’ampia biblioteca vanta al suo interno centotrentamila volumi che attraversano sei secoli di storia dal 1400 ai giorni nostri e custodisce opere di valore incommensurabile, tra cui alcuni incunaboli del ‘500 e del ‘600. Sono inoltre presenti al suo interno due cisterne romane portate alla luce, alla fine del 1980 dall’archeologo civitavecchiese Ennio Brunori. Le cisterne romane e la biblioteca, patrimonio di Civitavecchia, sono aperte a tutti i cittadini che vogliono visitarle grazie al “Protocollo d’Intesa” avviato ormai da anni con il Comune di Civitavecchia.

Post correlati
Cittàpolitica

Crisi politica a Cerveteri, "forse meglio farsi aiutare"

Cittàpolitica

Ladispoli: Carmelo Augello e Daniela Marongiu lasciano la Lega

CittàCronaca

Fiumicino, lunedì sospensione idrica

Città

Cerveteri, l'8 giugno corso BLSD - Adulto, Pediatrico e Neonatale

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.