fbpx
Notizie

Chiedevano offerte ai fedeli e turisti simulando infermità

A finire nei guai due donne e un uomo, già conosciuti dalle forze dell’ordine

Chiedevano offerte ai fedeli e turisti simulando infermità –

Tre persone sono state denunciate a piede libero dai Carabinieri della Stazione Roma San Pietro con l’accusa di accattonaggio molesto dopo essere state sorprese dai mentre, simulando delle infermità, chiedevano con fastidiosa insistenza delle offerte alle persone in transito in via della Conciliazione e nelle aree limitrofe.

A finire nei guai sono state due donne – una cittadina romena di 56 anni nella Capitale senza fissa dimora e una cittadina bosniaca di 48 anni domiciliata a Roma – e un cittadino romeno di 47 anni, anche lui senza fissa dimora, tutti già conosciuti alle forze dell’ordine.

Nei confronti dei “falsi invalidi”, inoltre, i Carabinieri hanno fatto scattare le relative sanzioni per la violazione del divieto stazionamento, con contestuale ordine allontanamento per 48 ore dall’area di San Pietro, per complessivi 300 euro: con le loro condotte, infatti, i tre stavano intralciando la circolazione di cittadini e turisti limitando la libera fruibilità dell’area “UNESCO”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Cerveteri, un libro per raccontare i 20 anni di Marco Vannini

Notizie

Coronavirus, 223 nuovi positivi e 15 morti oggi in Italia

Notizie

Maltempo: nel weekend piogge e temporali

CittàNotizie

Zozzoni beccati a Ladispoli, per loro 500 euro di multa

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.