fbpx
 
ItaliaUncategorized

CGIL: appello del delegato Damiano Crocicchia “tenete i lavoratori fuori dai giochi di palazzo”

CGIL: appello del delegato Damiano Crocicchia “tenete i lavoratori fuori dai giochi di palazzo"

TENETE FUORI I LAVORATORI DELLA PORT AUTHORITY SECURITY DAI GIOCHI DI PALAZZO

Questo è l’appello che il Delegato CGIL Crocicchia Damiano vuole fare ai vertici preposti, che stanno impedendo ad una società Sana e, con un potenziale enorme, il suo cammino.

È di questi giorni infatti l’ennesima doccia fredda giunta alla società in-house che si occupa di sicurezza portuale al porto di Civitavecchia, la (Port Authority Security), che dopo una lunga trattativa con il socio unico, la quale sembrava ormai risolta con la chiara espressione sulla continuazione del servizio interno, rischia invece di essere messa ancora in discussione.

I sindacati non riescono a comprendere quali siano le motivazioni che spingono gli addetti ai lavori all’interno dell’ AdSP a mettere in discussione le sorti della società (Pas). “Sembrerebbe”, ci spiega il Delegato , manchi la firma dell’atto attuativo per la nuova convenzione da parte del responsabile unico del procedimento, di cui non conosciamo le motivazioni nonostante ad inizio anno ci sia stata l’approvazione con un decreto da parte del Presidente di questa ADsP Pino Musolino su l’affidamento del servizio per il triennio( 2023 2026) . Siamo certi, continua il rappresentante dei lavoratori, “che parliamo di una società Sana e che per l’ennesimo anno consecutivo chiude con un bilancio in attivo di gran lunga superiore i 100.000 euro, in cui è importante rimarcare il fatto che esistano società in-house con bilanci in attivo (tra le poche rimaste), ma per lo più sono solo carrozzoni che gravano sulla spesa pubblica. La differenza è appunto nella gestione, ed oggi nella nostra società abbiamo un Amministratore già affermato eccellenza a livello nazionale. Il Dottor Renato Calabrese oggi può dimostrare a tutti che le società partecipate possono funzionare bene, insieme ad uno staff sull’operativo efficiente.”

Le cronache in questi anni parlano di istituti di vigilanza gravosi verso i loro dipendenti, come la Pegaso Security tra gli ultimi casi della cronaca , che da mesi non paga stipendi ai propri lavoratori.

Noi dal canto nostro, possiamo dire che non abbiamo mai perso un centesimo della nostra retribuzione da 10 anni ad oggi, anzi, percepiamo e siamo quasi gli unici un premio produzione che sarebbe previsto dalla contrattazione integrativa territoriale del Lazio, ma che gli istituti di vigilanza non riconoscono. Ecco questo è la Pas, una società che rispetta il proprio dipendente e nello stesso tempo crea utili.

Mi chiedo: ma non sarà proprio questo che dà fastidio” continua Crocicchia”. Non sarà che per qualche strano motivo non si vuole questo di esempio, SANO E TRASPARENTE.

Sono anni che subiamo, e c’è qualcuno che ci fa vivere in un clima di incertezze. Basta! Vogliamo capire il motivo del perché si deve ancora star qui a mettere in discussione questa società, quando invece bisognerebbe valorizzarla come merita”.

Post correlati
Uncategorized

Cerveteri, il piano regolatore è pienamente legittimo

Uncategorized

Cimiteri, Menasci (Lega Cerveteri): "Emergenza sicurezza al Sasso"

CittàCuriositàUncategorized

Anguillara: al Museo della Civiltà Contadina presentazione de “Vocabolario del cibo” scritto da Sandra Ianni, storica della gastronomia

Uncategorized

Ladispoli piange la scomparsa di Vincenzo Buonocore

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.