fbpx
 
AttualitàCittàCronacaNotizieOspiti

Cerveteri, un comitato trasversale di cittadini uniti indagherà sulla TaRi e sull’appalto “igiene e rifiuti”.

Il Gruppo è composto da Mamme Etrusche, Cerveteri Libera e MeetUp Amici di Beppe Grillo

Cerveteri, un comitato trasversale di cittadini uniti indagherà sulla TaRi e sull’appalto “igiene e rifiuti”. –

La gestione dei servizi nel comune ceretano ha dimostrato per l’ennesima volta le carenti qualità amministrative dell’attuale governo municipale.

Rincari delle tariffe sul servizio di smaltimento di rifiuti, la cosiddetta TaRi, a fronte di un servizio ecologico che non ha raggiunto gli obiettivi prefissati durante la campagna elettorale, hanno sollevato un clima di malcontento popolare e suscitato la nostra disapprovazione come cittadini contribuenti.

Consci che non sia più lecito accettare le varie inefficienze amministrative con cieca arrendevolezza, nonché allarmati da potenziali incongruenze riscontrate nei dati raccolti dopo alcune accurate ricerche, un gruppo di cittadini afferenti al MeetUp “Amici di Beppe Grillo – CerVeteri” (+393711287031, [email protected]), all’associazione di volontariato “Mamme Etrusche” ([email protected]) e all’associazione culturale “Cerveteri Libera!” (Via F. Rosati 16, Cerveteri), ha deciso di coordinare le proprie forze lavorando congiuntamente ad un comune tavolo di studio sulla TaRi e sull’appalto “igiene e rifiuti” del Comune di Cerveteri.

Questa collaborazione è finalizzata ad appurare le eventuali criticità dell’operato del governo comunale relativamente alla gestione dei rifiuti, delle risorse naturali e del rispetto ambientale, e alla predisposizione di eventuali azioni da compiere a tutela del cittadino.

La cittadinanza interessata è invitata a fornire segnalazioni e pareri attraverso i canali comunicativi sopra riportati, o nelle piattaforme social più ordinariamente usate.

Il gruppo si avvarrà anche del cortese supporto dell’avvocato Anna Lisa Belardinelli, che in qualità di consigliera comunale inoltrerà le richieste per avere accesso alle documentazioni utili per l’analisi dei dati.

Siamo certi che una attenta indagine sulla questione in esame, coadiuvata da una attiva compartecipazione democratica, possano rendere la macchina amministrativa più efficiente e permettano ai cittadini di poter vedere le proprie finanze investite nella maniera più consona ed opportuna.

Post correlati
CittàNotizie

Decadenza del sindaco Pascucci: per il consiglio comunale legittime le giustificazioni presentate

CittàCronaca

Torna il Presepe Vivente di Tarquinia

CittàCultura

BACI di Cultura: inclusione e promozione della lettura

Cittàpolitica

Cerveteri, Belardinelli: “Revisori segnalano un debito di 1,4 milioni”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.