fbpx
 
Attualità

Cerveteri, Max Giusti e la Festa dell’Uva e del Vino chiudono un’Estate Caerite da record

Il Sindaco Pascucci: “seconda estate dall’inizio della crisi pandemica, ma a Cerveteri la cultura e lo spettacolo non si sono mai interrotti. L’auspicio è che presto, si possano vivere concerti senza più l’incubo del COVID”. L’Assessora Battafarano: “Estate lunga e impegnativa, ma dal pubblico risposta importante”

Cerveteri, Max Giusti e la Festa dell’Uva e del Vino chiudono un’Estate Caerite da record –

Cerveteri, Max Giusti e la Festa dell’Uva e del Vino chiudono un’Estate Caerite da record

Subsonica, Negrita, La Rappresentante di Lista, Coma_Cose, Vasco Brondi, Manu Chao, primo artista internazionale nella storia di Cerveteri a esibirsi in città. E poi Neri Marcorè, Maurizio Battista, Riccardo Rossi, Giobbe Covatta, Antonio Giuliani, fino al gran finale con il trio composto da Biagio Izzo, Stefano De Martino e Francesco Paolantoni e Max Giusti. Si è concluso ieri sera, con l’ultimo appuntamento della Festa dell’Uva e del Vino dei Colli Ceriti, il cartellone degli eventi estivi di Cerveteri.

Una stagione con numeri da record, che ha visto per la prima volta, anche dell’allestimento di n’area spettacoli sul Lungomare dei Navigatori Etruschi, oggetto di un importante restyling. Qui si è tenuta la 15esima edizione dell’Etruria Eco Festival, che ha fatto registrare il sold-out a ogni concerto e ha ospitato tantissime famiglie, residenti e villeggianti nell’area fieristica allestita a pochi passi dalla spiaggia.

“Quella appena conclusa è stata la seconda stagione di eventi estivi dallo scoppio della crisi pandemica. Come avvenuto lo scorso anno non ci siamo voluti fermare. Abbiamo organizzato un cartellone di spettacoli e concerti, con artisti straordinari, pur rispettando tutte le regole necessarie affinché tutto si svolgesse in completa sicurezza – dichiara Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – dopo un inverno molto difficile, caratterizzato da chiusure e ristrettezze, abbiamo creduto che la ripartenza passasse anche e soprattutto dalla cultura. Le recensioni e l’attenzione che la stampa nazionale ha riservato a Cerveteri e ai nostri eventi ne sono la conferma: le telecamere e le redazioni dei media più importanti italiani hanno infatti dedicato spazi importantissimi alla nostra offerta culturale estiva, facendo segnare un passo importante nell’ottica dello sviluppo e della promozione del territorio”.

“L’auspicio dopo una stagione estiva così importante – conclude Pascucci – è che presto gli eventi, i concerti, lo spettacolo dal vivo, possano definitivamente ripartire senza più alcuna restrizione e liberi dal COVID-19”.

Commenta la conclusione dell’Estate Caerite anche Federica Battafarano, Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri, che dichiara: “da metà giugno fino ad oggi non ci siamo fermati nemmeno per una sera. Ogni week-end, anche nelle Frazioni, abbiamo ospitato eventi di qualità, per ogni gusto ma sempre a misura di famiglia. È stato l’anno delle novità, come ad esempio l’Art-Festival a Valcanneto, oppure delle tantissime serate vissute sul Lungomare dei Navigatori Etruschi con Aspettando Etruria Eco Festival e l’Etruria Eco Festival vero e proprio, che sin dal primo appuntamento hanno riscosso curiosità e partecipazione di pubblico. Abbiamo creduto fortemente in questa stagione estiva e la risposta dei cittadini è stata davvero importante, a testimonianza anche di quanto sia forte il desiderio di cultura, spettacolo, arte e svago in questo particolare contesto sociale e storico”.

“Con l’occasione – conclude la Battafarano – ringrazio tutto il personale che in questi tre mesi si è occupato dell’accesso alle aree spettacolo, il Vicesegretario Generale del Comune di Cerveteri e Dirigente Dottor Antonio Lavorato, il personale dell’Ufficio Cultura, in particolar modo la Responsabile la Dottoressa Isabella Massicci, che insieme al Dottor Ferdinando Ciarlo hanno svolto un lavoro davvero encomiabile, la Giunta comunale tutta, ed in particolar modo il Sindaco Alessio Pascucci e tutti, tutti gli artisti che si sono succeduti in questi tre lunghi mesi a Cerveteri, che con la propria arte, con il proprio talento ci hanno regalato davvero tantissime emozioni”.

Post correlati
AttualitàCittà

Cerenova: la memoria mette radici e l’impegno fiorisce

AttualitàCronaca

Festa dei Nonni, Coldiretti: "Ecco i trucchi taglia bollette"

AttualitàCultura

Cerveteri, oggi ingresso gratuito al Museo Nazionale Cerite e alla Necropoli della Banditaccia

AttualitàCittàNotizie

Cerveteri deve impegnarsi a dedicare il viale della Necropoli a Raniero Mengarelli

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.