fbpx
Città

Cerveteri, di chi è veramente il parco Furstenfeldbruck?

11 Condivisioni

Orsomando e Da Angelis: “Desideriamo chiarezza sulla presunta legittima proprietà dell’area”

Cerveteri, di chi è veramente il parco Furstenfeldbruck? –

Il Comune di Cerveteri, con un’apposita ordinanza del giugno 2019, sta cercando di recuperare l’area del parco Furstenfeldbruck.

I consiglieri Orsomando e De Angelis, però, sollevano dei dubbi sulla legittimità della pretesa comunale e chiedono chiarimenti, dopo aver fatto uno specifico accesso agli atti.

“La suddetta ordinanza era finalizzata alle operazioni a far rientrare l’intera area, con annesse attrezzature, costituente il parco sito in via Oscar Romero, nella legittima disponibilità del patrimonio indisponibile del Comune di Cerveteri”.

“Non è per sfiducia – dicono – o per la “teoria del sospetto” ma è proprio su questa presunta “legittima” proprietà che desideriamo far chiarezza, perché quando qualcosa ha note stonate od è una “melodia” poco convincente cerchiamo subito di approfondire”.

“È per questo che abbiamo subito richiesto, con il citato accesso, alcuni chiarimenti in merito agli standard urbanistici di un vecchio piano di zona di edilizia economica popolare”, spiegano.

I due consiglieri hanno richiesto gli atti protocollati dell’acquisizione patrimoniale dell’area come anche l’atto che attesta la proprietà del Comune di Cerveteri.

Oltre a questo Orsomando e De Angelis hanno richiesto anche gli atti che nell’anno 2003 consentirono al Comune di fare un bando per la gestione della medesima area.

“Abbiamo anche richiesto se la destinazione a “parco pubblico” dell’area è coerente con le previsioni di piano regolatore e con quale atto a supporto e a che titolo il Comune di Cerveteri e il competente ufficio hanno esercitato il potere dell’Ordinanza Dirigenziale n°98 del 04/06/2019”.

“La nostra preoccupazione è sorta nel momento che abbiamo appreso di una probabile rivalsa legale da parte dell’ex gestore che ne rivendicherebbe la proprietà”, dicono i due.

“Per cui siamo convinti che sia il Segretario comunale che, soprattutto, il preposto Dirigente dovrebbero fare immediatamente piena luce sulla questione chiarendo ai cittadini se abbiamo le carte in regola per affrontare una nuova causa oppure no”.

“Proprio non vorremmo che una eventuale o presunta soccombenza, possa comportare un aggravio di spese per le già pesanti tasche della nostra comunità”, hanno concluso.

11 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàNotiziepolitica

Mensa-Polifunzionale, PD Ladispoli: "L'arroganza del Comune colpisce ancora e danneggia tutti"

CittàIstruzioneNotizie

Ladispoli, Istituto Melone. Agresti: "Costretti ad utilizzare la palestra quale locale mensa"

CittàNotizie

Ladispoli, un nuovo spazio esterno per la scuola di via del Ghirlandaio

AttualitàCittà

Teatro, a Cerveteri il Contest FAHRENHEIT 451

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.