CronacaNotizie

Caso Vannini, sequestrato il cellulare dell’ex comandante Izzo

337 Condivisioni

Caso Vannini, sequestrato il cellulare dell’ex comandante Izzo

Ennesima svolta nel caso Vannini. Come riporta il collega Pettinari la magistratura avrebbe sequestrato il cellulare dell’ex comandante della stazione dei carabinieri di Ladispoli, il maresciallo Izzo. Indagine, lo ricordiamo, partita dalla rivelazioni dell’artigiano di Tolfa, Davide Vannicola, che a ‘Le Iene’ prima e alla Procura poi aveva raccontato che proprio l’ex comandante gli aveva confidato che ad uccidere il ventenne non era stato Antonio Ciontoli ma suo figlio Federico.

Caso Vannini, sequestrato il cellulare dell'ex comandante Izzo
Caso Vannini, sequestrato il cellulare dell’ex comandante Izzo

Qualche giorno fa, come riporta lamiacittànews.it, diverse pattuglie dei carabieniri si sarebbero presentate a casa dell’ex comandante. L’intenzione della Procura dunque, sembra essere quella di verificare attraverso i tabulati telefonici di Izzo, se la notte tra il 17 e 18 maggio del 2015, l’ex comandante abbia ricevuto una sola da Antonio, all’una e 18 minuti, come hanno sempre sostenuto sia Izzo che lo stesso Ciontoli.

Non sarebbe questa l’unica novità nell’inchiesta. Sempre nei giorni scorsi, infatti, è stato sentito anche un altro sottufficiale, della Guardia di Finanza e che per molti anni è stato anche elemento chiave della polizia giudiziaria della stessa Procura di Civitavecchia, il maresciallo Giovanni Bentivoglio. Quest’ultimo è amico di Vannicola e lo stesso “pioniere” (come viene chiamato Vannicola) avrebbe raccontato anche al maresciallo della Finanza quanto gli aveva confidato Izzo. Essendo l’indagine secretata dalla Procura non trapela nulla su quanto dichiarato dallo sottufficiale delle Fiamme Gialle, ovvero se abbia confermato o no quanto raccontato dall’artigiano di Tolfa.

337 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Ladispoli, riconsegnato il centro anziani di via Trapani

Notizie

Jova Beach Party a Cerveteri, il Codacons: "Troppi disagi per i cittadini"

Notizie

"Cerveteri pronta a diventare di nuovo un faro di cultura e di civiltà. E' l'alba di una nuova era"

Notizie

Civitavecchia, Arillo confermato alla guida dell'Unità di Crisi della Prociv

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista