fbpx
InformasaluteNotizie

Arsenico nell’acqua, è possibile eliminare per sempre il problema

Il problema riguarda molte zone del territorio. Un test gratuito svela la strada da percorrere per eliminare il problema in modo definitivo.

Si è spesso sentito parlare, anche in questo territorio, di alta concentrazione di arsenico nell’acqua. L’arsenico è un elemento chimico che, oltre una certa misura, può essere pericoloso per la salute. Ormai, tuttavia, è possibile eliminare ogni rischio in maniera definitiva grazie al dearsenificatore domestico, cioè un sistema di depurazione dell’acqua che mette al riparo da questo problema sia nelle abitazioni che nelle aziende.

Ma come mai è così facile trovare l’Arsenico nell’acqua della rete idrica e nei pozzi? La sua diffusione dipende dal fatto che si tratta di un metalloide normalmente presente nell’ambiente sia in forma organica che inorganica. Gli esseri umani sono esposti all’arsenico principalmente attraverso l’assunzione di alimenti e attraverso l’acqua potabile proveniente da zone di origine vulcanica, che è molto spesso ricca in arsenico. Negli ultimi decenni la presenza di arsenico nell’ambiente è stata incrementata dalle attività dell’uomo, come l’incenerimento dei rifiuti, l’uso dei pesticidi, ed altri fattori che hanno contribuito all’alta concentrazione di questo elemento. 

Global Water Solution propone un test gratuito che verifica la presenza di arsenico nell’acqua

Tutto inizia con un test della qualità dell’acqua – spiega Daniele Posa, titolare di Global Water Solution – “Se il test rivela che nell’acqua c’è presenza di elementi pericolosi, allora ci rivolgiamo direttamente ad un laboratorio chimico autorizzato per effettuare analisi più approfondite. Noi con i nostri tecnici garantiamo a tutti i cittadini della Regione Lazio un sopralluogo completamente gratuito e senza impegno in cui eseguiamo un primo test per comprendere la natura del problema che riguarda l’acqua, laddove si possa avere il dubbio che non sia potabile, o non sia pura. Con la nostra esperienza più che ventennale siamo in grado di individuare soluzioni per ogni genere di problema di potabilità e purezza dell’acqua“.

Sul nostro sito abbiamo descritto alcuni dei più diffusi problemi che possono rendere l’acqua non potabile, cattiva da bere o dannosa per gli elettrodomestici, per la salute e per quella di piante e animali. Tutti avranno notato per esempio degli accumuli del cosiddetto calcare sull’acciaio del lavandino o in bagno: anche qui è possibile intervenire per eliminare il problema in via definitiva”. (Per approfondire, su questa pagina. Qui per prenotare il TEST GRATUITO).

Bonus Acqua Potabile, un aiuto da parte dello Stato

Con la Legge di Bilancio del 30 dicembre per il 2021 è stato previsto un bonus per l’acquisto di impianti per il trattamento dell’acqua potabile: un Bonus Fiscale del 50% della spesa con un tetto di 1000 euro a favore dei privati, e un tetto di 5000 euro a favore di professionisti e ristorazione.

Le linee guida della circolare prevedono il credito d’imposta per i clienti finali. Si tratta di un risparmio netto e una buona possibilità sia per le Famiglie che per le Imprese che stanno pensando di approfittare del Bonus“ – spiega Daniele Posa – “Il credito d’imposta per il consumatore finale che intende acquistare e installare un sistema di filtraggio, di mineralizzazione, di raffreddamento e per l’addizione di anidride carbonica CO2 per il miglioramento dell’acqua della propria abitazione o della propria azienda è un ottimo vantaggio ed un motivo in più per pensare seriamente di installare uno di questi impianti!“ (Per approfondire, leggi di più su BaraondaNews.it).

Mettersi in contatto con Global Water Solution

Per ogni esigenza ed emergenza +39 3393904634 (Daniele Posa)

Sui social network: pagina facebook – pagina instagram

Torna a BaraondaNews.it

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CronacaNotizie

Ladispoli: esplosione nella caserma della polizia locale

CittàCronacaNotizie

Ladispoli: accusa un malore. Eliambulanza atterra in pieno centro

CittàNotiziepolitica

Ladispoli: si torna in mensa anche al Polifunzionale della Melone

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, minorenne molestata sul treno Roma-Civitavecchia: arrestato

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.