fbpx
 
AttualitàCittà

Alla Casa del Popolo di Ladispoli la presentazione del libro “Sulle tracce del Nazareno – una ricerca sul Gesù storico”

Il libro di Adriano Virgili, sarà presentato sabato 22 ottobre alle 16.30

Alla Casa del Popolo di Ladispoli la presentazione del libro “Sulle tracce del Nazareno – una ricerca sul Gesù storico” –

“Sulle tracce del Nazareno – una ricerca sul Gesù storico”. Questo il titolo del libro di Adriano Virgili che sarà presentato sabato 22 ottobre alle 16.30 alla Casa del Popolo di Ladispoli.

Alla Casa del Popolo di Ladispoli la presentazione del libro "Sulle tracce del Nazareno - una ricerca sul Gesù storico"

Sarà presente l’autore, il professor Adriano Virgili, già collaboratore con la cattedra di filosofia morale dell’università Roma 3 e animatore del gruppo facebook “Kairos – Storia del cristianesimo”.

IL LIBRO “SULLE TRACCE DEL NAZARENO – UNA RICERCA SUL GESU’ STORICO”

“Era il figlio di Dio, anzi era proprio Dio”. “Era un uomo come tutti gli altri”. “Era il fondatore di una religione nuova ed universale”. “Era un ebreo che voleva riformare il giudaismo”. “Era il primo socialista della storia”. “Era un ribelle antiromano”. “Era un pacifista”. “Era femminista”. “Era un conservatore che voleva instaurare una teocrazia”. “È risorto dopo la morte”. “È sopravvissuto alla crocifissione”. “È morto e non è risorto ed i suoi seguaci hanno trafugato la salma”. “Era nato a Betlemme”. “Era nato a Nazareth”. “Non è nato né a Betlemme, né a Nazareth, non è mai esistito”. “È esistito”. “Era quello descritto dai vangeli”. “Non era quello descritto dai vangeli”. Potremmo continuare quasi all’infinito se volessimo descrivere tutto ciò che si è detto di un predicatore ebreo del I secolo di nome Gesù di Nazareth. La sua figura, comunque decisiva per lo sviluppo storico del mondo attuale, come una coperta rassicurante, è stata stiracchiata da una parte o dall’altra, a seconda delle varie esigenze religiose, politiche o culturali. Ma cosa sappiamo veramente di ciò che ha detto o fatto davvero e di cosa sia stato aggiunto in seguito dai suoi seguaci o dichiarato dai suoi detrattori? A che punto è la ricerca storica sul personaggio oggettivamente più importante per la storia umana?

“ […] In un panorama editoriale spesso dominato da volumi sensazionalistici, che di scientifico hanno ben poco, si sentiva veramente il bisogno di un’opera tutta incentrata sul rigore e sulla serietà di analisi, che non concede nulla ad ipotesi negazioniste o complottiste e al tempo stesso rigetta le sirene del fondamentalismo, di fronte alla presunta inconclusività della ricerca storica”

“[…] Il libro di Virgili ha il grande merito di avvicinare e coinvolgere il lettore non specialistico al lavoro di coloro che specialisti lo sono, di mostrare sia le acquisizioni, sia le domande ancora irrisolte e di farlo con grande rispetto, invitando tutti i lettori che abbiano interesse alla figura di Gesù (ebrei, cristiani, musulmani, credenti e non credenti) a fare altrettanto, senza pregiudizi o timori”

(Dalla prefazione del Prof. Paolo Boccaccini)

Adriano Virgili, romano, laureato in Storia delle religioni, presso l’università La Sapienza ed in filosofia presso l’università Roma 3 è impegnato da anni nel campo della divulgazione, filosofica, teologica-fondamentale e storico-religiosa. Tra le sue precedenti opere: “Per una definizione della religione” (ed. Crocevia, 2016), “La resurrezione di Gesù. Un indagine” (NSD, 2020), “Tommaso d’Aquino spiegato a mio cugino” (Phronesis 2021)

Post correlati
Città

Sinistra Italiana Ladispoli: "Sul parco di Viale Europa lavori conclusi che però non rispettano il progetto presentato"

Città

Cerveteri, la città piange la scomparsa del Dottor Bruno Costantini

Attualità

Censis: gli italiani del 2022 preoccupati per gli eventi globali

Attualità

Covid, l'indice di trasmissibilità sale ancora, da 1,04 a 1,14

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.