fbpx
 
CittàCronaca

Ad Ostia case popolari occupate per tenerci armi e droga: sequestrati 5000 mq di alloggi Ater

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Roma, hanno eseguito misure cautelari nei confronti di una coppia di italiani. Gli indagati sono accusati di avere organizzato, gestito e tratto profitto dall’occupazione abusiva di locali e box di proprietà dell’Ater, siti in via delle Ebridi e via Martinica. Sequestrati numerosi locali commerciali e tutte le cantine situate nel complesso alloggiativo di edilizia popolare, per un totale di 4947 metri quadrati.

La coppia è gravemente indiziata del reato di invasione di edifici, con l’aggravante dell’agevolazione mafiosa, proprio perché gli immobili, ubicati nel quartiere cosiddetto “Nuova Ostia”, feudo delle famiglie Fasciani e Spada, sarebbero occupati al fine di utilizzare i locali quali basi logistiche e depositi per lo stoccaggio di materiale illecito, armi ed ingenti quantità di stupefacenti

fonte: italpress

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Incendio Santa Marinella, continuano le operazioni di bonifica

CittàCronacaNotizie

Incidente drammatico a Ladispoli, muore una donna

Cittàpolitica

Ladispoli: disabilità gravissima, pubblicata la graduatoria

Cittàpolitica

Nuovi orari di apertura al pubblico per gli uffici comunali di Cerveteri

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.