fbpx
AttualitàCittàFoodOspitiSport e Salute

A Cerveteri la prima Azienda che va oltre il biologico e propone a Km 0 prodotti Biodinamici

241 Condivisioni

Che differenza c’è tra biologico e biodinamico? Perché è diverso?

A Cerveteri la prima Azienda che va oltre il biologico e propone a Km 0 prodotti Biodinamici –

Orti de I Terzi.

Unire l’attenzione alla natura con quella per i prodotti che arrivano sulle tavole dei propri clienti.

È questo l’obiettivo ben riuscito degli Orti de I Terzi, l’azienda agricola nata 16 anni fa dalla coltivazione di un piccolo appezzamento di terra, al Borgo de I Terzi, a Cerveteri, e che negli anni si è trasformata in una vera e propria realtà imprenditoriale del territorio, con i suoi 9 ettari coltivati.

Proprio qui, nelle campagne della città etrusca, da sei anni, viene applicata la biodinamica, un metodo attento alla natura, utilizzato da piccole e grandi aziende sparse in tutto il mondo.

Questo particolare metodo si rifà all’impulso lanciato negli anni ’20 da Rudolf Steiner.

Tre i principi della biodinamica:

  1. Mantenere la fertilità della terra
  2. Rendere sane le piante in modo che possano resistere alle malattie e ai parassiti
  3. Produrre alimenti di qualità più alta possibile
A Cerveteri la prima Azienda che va oltre il biologico e propone a Km 0 prodotti Biodinamici
A Cerveteri la prima Azienda che va oltre il biologico e propone a Km 0 prodotti Biodinamici

I prodotti coltivati, sono quelli di stagione.

Il tutto, ovviamente, senza l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi.

Ma c’è di più.

Perché se nel biologico alcune pratiche sono utilizzate, la biodinamica è ancora più attenta: bandita, ad esempio, l’aratura e l’uso dei preparati e l’uso di rame.

Il tutto per garantire la purezza dei prodotti messi in circolazione.

E agli Orti de I Terzi i principi della biodinamica sono i principi cardine del lavoro quotidiano che i proprietari e i lavoratori in essa impiegati, applicano con grande meticolosità quotidianamente per offrire ai clienti prodotti a km 0 da 10 e lode.

Come fare per gustare i gustosi e sani prodotti coltivati in quest’azienda?

Facile! Basta recarsi sul posto, (CLICCA QUI PER VEDERE COME RAGGIUNGERE L’AZIENDA).

Sei sprovvisto di un’auto? Niente paura.

Sarà l’azienda a venire a casa tua. In due giorni della settimana, il mercoledì e il giovedì, è infatti attivo il servizio “a domicilio”.

L’azienda mette a disposizione dei suoi clienti non solo i prodotti nati dalla coltivazione delle sue terre, ma anche un paniere di prodotti, rigorosamente biologici, provenienti da altre aziende con la quale collabora.

I clienti potranno trovare le informazioni relative ai prodotti a disposizione sul sito dell’azienda (CLICCA QUI).

E per avvicinare sempre più le realtà locali ai consumatori finali, gli Orti de I Terzi apre le porte di casa sua a chiunque vorrà dare una “sbirciatina” a questa realtà.

L’appuntamento è per il 12 maggio.

In quest’occasione sarà possibile pranzare (basta prenotarsi) e passeggiare negli orti dell’azienda accompagnati da buona musica e tante altre iniziative in programma.

Per informazioni
MOBILE 3392976302
La Bottega de I Terzi 320 1562751 06 45543043
mail: info@ortideiterzi.it

241 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
NotizieSport e Salute

L'ASD Volley Ladispoli ritira la squadra dal campionato di Serie B2

Sport e Salute

Calcio, presentata la stagione del Borgo San Martino

Città

Cerveteri, raccolta alimentare per aiutare i bisognosi

Attualità

Jova Beach Party, il WWF: "Piantati 500 mila semi di sostenibilità"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?