fbpx
 
Attualità

8 marzo, Silvia Marongiu: “E’ importante credere nella forza creativa delle donne”

8 marzo, Marongiu: “E’ importante credere nella forza creativa delle donne” –

Ladispoli. Marongiu: “Rilanciare il partito. Per costruire l’alternativa”
8 marzo, Marongiu: “E’ importante credere nella forza creativa delle donne”

Il significato della Giornata Internazionale dei Diritti della Donna spiegato attraverso il punto di vista di Silvia Marongiu, donna molto attività nella società di Ladispoli, nonché Segretario del Circolo PD locale. Attraverso un audio-video riportato sul proprio profilo social, infatti, l’esponente dem, al termine della giornata stessa ha voluto illustrare a tutti cosa vuol dire celebrare l’8 marzo.

Queste le sue parole contenute all’interno della riproduzione visiva:

“Giornata Internazionale dei Diritti della Donna. Siamo alla conclusione di una bella giornata, tra riflessioni, condivisioni e tantissime iniziative virtuali; il simbolo di ciò che ogni giorno ci deve vedere protagoniste in prima linea, ognuna a modo suo e ogni giorno, come se fosse questo per poter declinare il nostro essere donna, in tutte le possibili sfumature, senza giudizi e restrizioni. E’ importante credere nella forza creativa delle donne, nella loro capacità di immaginare e rendere reali le proprie aspirazioni, con il potere della solidarietà e della sorellanza. Una visione che ci deve vedere unite, fianco a fianco, per cercare di sfondare quel soffitto di vetro che non sempre ci permette di arrivare fino a dove le nostre forze, le nostre capacità e le nostre aspirazioni ci vorrebbero portare. Che cosa conta oggi? Arrivare o il percorso che ci porta ad arrivare? Quell’impegno, quella creatività, quella possibilità e volontà di agire per trasformare un mondo che ancora nasconde troppe diseguaglianze e poter arrivare a un luogo di diritto e di parità. E poi donne, non rimaniamo mai in silenzio, non facciamoci zittire! Oggi è fondamentale prendere le proprie idee e affermarle giorno dopo giorno; lo dobbiamo fare per quelle donne agli inizi del ‘900, con i loro sacrifici, hanno lottato per il diritto al lavoro, per la libertà, per il diritto di voto. Questi temi sono temi attuali, perché la pandemia ha trasformato le nostre vite, e noi donne non possiamo pagare il prezzo più alto della crisi. Dobbiamo continuare a lavorare, dobbiamo fare in modo che il lavoro qualificato sia ugualmente pagato a quello degli uomini. Non possiamo accettare statistiche come il gender per i gap con numeri spropositati, e dobbiamo ancora lottare per raggiungere la parità salariale tra i generi. Donne, cerchiamo di non aver paura, di immaginare e di creare il nostro futuro, cercando di restare unite, le une per le altre e soprattutto rispettando la diversità, quella pienezza di quella meravigliosa varietà che ci permette di riconoscerci come uguali e mai identiche! E allora, Buon 8 marzo a tutte”.

Segue video

Post correlati
Attualità

A Cerveteri arriva il facilitatore digitale, un nuovo servizio disponibile in Biblioteca comunale

Attualità

Sicurezza a Cerenova, Paolacci: "Servono le telecamere"

AttualitàCittàNotiziepolitica

Cerveteri, i trattori "conquistano" il Granarone

Attualità

Spazi pubblici e privati: la protezione passa per le recinzioni a pannelli modulari

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.