fbpx
 
AttualitàCittàNotizie

Troppo Facebook a lavoro, confermato il licenziamento

La donna aveva effettuato oltre 4mila accessi al social network dal computer di lavoro

Troppo Facebook a lavoro, confermato il licenziamento –

Si collegava frequentemente a Facebook mentre era a lavoro.

E così è stata licenziata. La storia ha come protagonista una donna della provincia di Brescia che aveva impugnato il licenziamento.

Ma la Cassazione ha deciso che le motivazioni dell’allentamento dal posto di lavoro erano fondate.

Il datore di lavoro, come riporta l’Ansa, aveva portato in tribunale come prova, la cronologia del computer da dove è stato verificato che la donna aveva effettuato 6mila accessi a internet, di cui 4.500 proprio a Facebook.

Prova contestata dalla difesa ma che invece anche per la Cassazione era valida in quanto “gli accessi alla pagina Facebook personale richiedono una password, sicché non dovevano nutrirsi dubbi sulla riferibilità di essi alla ricorrente”.

Post correlati
AttualitàCittàCultura

Caere: quando una grande metropoli si perde nella nebbia della Storia. Ovvero il legame indissolubile tra la città dei vivi e la città dei morti

Notizie

Il prossimo 5 febbraio 2023 autovelox su A12 Roma-Civitavecchia

Città

Civitavecchia, l'assessore Napoli: "Un tavolo inclusivo al Parco della Resistenza"

Attualità

Banconote false, 376mila ritirate nel 2022: i tagli più contraffatti 20 e 50 euro

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.