fbpx
AttualitàCittàNotizie

Trevignano, taglio del nastro per “Goya e le Muse”

L’iniziativa tra arte e solidarietà sarà inaugurata il 22 giugno alle 17 nell’aula consiliare del Comune

Trevignano, taglio del nastro per “Goya e le Muse” –

Trevignano, 22 giugno inaugurazione dell’inedita mostra “Goya e le Muse”, una iniziativa tra arte e solidarietà.

Sabato 22 giugno, alle ore 17.00, si terrà l’inaugurazione della Mostra “Goya e le Muse” nell’Aula Consiliare del Comune di Trevignano Romano. Introdurranno l’iniziativa con i saluti istituzionali il Sindaco Claudia Maciucchi, la Consigliera delegata alla Cultura Sabrina Cianti, la Direttrice del Museo Civico Etrusco Romano “Gregorio Bianchini” Elisa Cella

Interverranno il Prof. Louis Godart -archeologo già Consigliere per la Conservazione del Patrimonio Artistico del Presidente della Repubblica Italiana e Albino Ruberti -Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Lazio. 

Racconteranno infine l’iniziativa: Don Alessandro De Spagnolis per la Onlus AfricaProject e Mario Alberto Agugiaro autore di una monografia su Goya.

La mostra “Goya e le Muse” sarà visibile presso il Museo Civico Gregorio Bianchini di Trevignano Romano fino al 29 settembre. Francisco de Goya y Lucientes è stato un pittore e incisore spagnolo considerato uno degli artisti più importanti del XVIII e IX secolo, grazie alla sua capacità di ritrarre la drammaticità dell’esistenza umana che colpisce violentemente lo spettatore. 

La mostra “Goya e le Muse” costituisce l’iniziativa benefica alla base della seconda edizione del progetto “Arte e Solidarietà”, che vede l’Amministrazione comunale di Trevignano Romano collaborare alla raccolta fondi a favore della Onlus “AfricaProject”, attiva da quasi un ventennio in Kenia nella lotta alla diffusione del virus HIV.

Come già nel luglio del 2014, quando nella stessa sede venne inaugurato l’allestimento di 11 litografie inedite di Monet in seno alla mostra “Monet – L’invisibile tratto”, il Museo Civico Etrusco Romano “Gregorio Bianchini” di Trevignano Romano accoglierà una selezione di 10 opere realizzate dallo spagnolo Francisco José de Goya y Lucientes, e dall’olandese Rembrandt Harmenszoon van Rijn, devolvendo il ricavato a favore della Onlus.

Il percorso museale, che godrà della guida e della nota di apertura del Prof. Louis Godart, archeologo, vedrà l’allestimento di 8 tra acqueforti e incisioni di Goya, tra cui alcune opere tratte dalle serie dei “Capricci” e delle “Tauromachie”

L’iniziativa si coniuga a pieno titolo con l’apertura della stagione turistico-culturale trevignanese, consentendo alla comunità locale, nonché ai suoi sempre più numerosi ospiti, di approfondire una pagina particolarmente viva della storia dell’arte moderna europea.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCittà

'Voci nell'anfiteatro' teatro di parola al tramonto sul lago ad Anguillara

Notizie

Cerveteri, un libro per raccontare i 20 anni di Marco Vannini

Notizie

Coronavirus, 223 nuovi positivi e 15 morti oggi in Italia

Notizie

Maltempo: nel weekend piogge e temporali

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.