fbpx
 
AttualitàCittàNotizie

Tchaikovsky e Shostakovich, grande performance dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia

Domenica scorsa i musicisti del maestro Bacci hanno proposto due composizioni sinfoniche tra le più amate ed eseguite: l’Ouverture-Fantasia “Romeo e Giulietta” di Tchaikovsky, opera che sancisce il profondo legame tra Shakespeare e la musica classica, e la celeberrima “Quinta Sinfonia” di Shostakovich.

Tchaikovsky e Shostakovich, grande performance dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia –

Senza alcun dubbio, il concerto di domenica scorsa è stato uno dei momenti musicali e culturali più alti mai realizzati in questo territorio; impossibile descriverne fino in fondo le impressioni scaturite da questa esecuzione così tanto coinvolgente.

Un’impennata di emozioni senza fine!

Questa serata dedicata alla grande musica russa ha proposto due composizioni sinfoniche tra le più amate ed eseguite, due capolavori unici: l’Ouverture-Fantasia “Romeo e Giulietta” di Tchaikovsky, opera che sancisce il profondo legame tra Shakespeare e la musica classica, e la celeberrima “Quinta Sinfonia” di Shostakovich.

La prova fornita dall’Orchestra giovanile Massimo Freccia è stata sbalorditiva! Non si riusciva a coniugare la forza, la compattezza e l’accuratezza dell’esecuzione con la giovane età della maggior parte dei musicisti; un suono maturo, morbido, e allo stesso tempo travolgente degli archi che ben si fondeva con i fiati, le percussioni e gli ottoni straordinari.

La simbiosi e l’empatia tra il direttore e la sua orchestra è stata totale, con eccellenze delle prime parti che si sono distinte per stile e precisione nei vari assolo.

Il direttore Massimo Bacci ha condotto con grande impeto e carisma il Romeo e Giulietta e reso magnificamente l’esasperata drammaticità e l’insita ironia della Quinta sinfonia di Shostakovich; un’interpretazione convincente che ha spinto fino in fondo le possibilità sonore dell’OgMF con una perfetta gradazione dei volumi: dai fortissimi meravigliosamente definiti e possenti propri della tradizione musicale russa, ai pianissimi sotto voce resi con un lirismo, una sospensione del tempo esemplari, un’intensità che ha colto pienamente i tormenti e le evocazioni di queste complesse partiture.

E’ un grande onore e un preciso dovere – sottolinea il M° Bacci – tramettere ai giovani musicisti tutte le sollecitazioni, tutta la profonda conoscenza della cultura musicale russa che mi ha donato il Maestro Massimo Freccia, un patrimonio unico costituito anche dalle varie partiture e parti orchestrali con le quali ha dominato la scena musicale internazionale per oltre sessant’anni; e i ragazzi dell’OgMF hanno raccolto il testimone con un entusiasmo a dir poco contagioso!”.

Il 30 giugno un altro programma sul grande repertorio russo: la Sesta sinfonia di Tchaikovsky, “Patetica”, e“Quadri di un’Esposizione” di Mussorgsky-Ravel.

Post correlati
Attualità

Presentato in Senato il progetto “Amami – insieme per la pace”: tra gli intervenuti anche Margherita Frappa

Notizie

Santa Marinella: installati, la notte scorsa, i piloni delle pensiline del binario 3 della stazione

Notizie

Santa Marinella, Tidei: "Programmati interventi a Via Caltagirone e a Santa Severa"

CittàCronacaSport e Salute

Villa Bike School di Ladispoli: 3 ragazzi accedono al meeting nazionale

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.