fbpx
Notizie

Stasera c’è la Luna piena più spettacolare del 2020

La notte tra il 7 e l’8 aprile il nostro satellite raggiungerà la fase di Luna Piena in prossimità della minima distanza dalla Terra (perigeo), che toccherà alle 20,10 del 7 aprile, quando si troverà a 356.908 chilometri da noi, contro una distanza media di poco più di 384.000 chilometri

Stasera c’è la Luna piena più spettacolare del 2020

Stasera c’è la Luna piena più spettacolare del 2020 – Stasera c’è la Superluna più spettacolare del 2020: la Luna piena infatti sarà più vicina del solito e apparirà un pò più grande e il 15% più luminosa. Èla terza, dopo quelle dei due mesi precedenti, ma sarà ancora più super perché sarà ancora più vicina. Sarà inoltre un’occasione preziosa per scoprire la bellezza del cielo notturno, dal balcone o dalla finestra, in un periodo in cui ci si vive in casa per limitare la diffusione del coronavirus SarsCoV2.

La notte tra il 7 e l’8 aprile il nostro satellite raggiungerà la fase di Luna Piena in prossimità della minima distanza dalla Terra (perigeo), che toccherà alle 20,10 del 7 aprile, quando si troverà a 356.908 chilometri da noi, contro una distanza media di poco più di 384.000 chilometri. Questa “sovrapposizione” tra Luna piena e passaggio al perigeo, spiega Gianluca Masi, astrofisico, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project, viene popolarmente indicata come Superluna, ma in astronomia si preferisce parlare di Luna piena al perigeo. Mai, prosegue Masi, per tutto il 2020, avremo una Luna piena più vicina, più grande e più luminosa di così: “Apparirà poco più del 7% più grande e il 15% più luminosa della media, ma solo un osservatore esperto potrebbe rendersene conto”. Infatti, prosegue Masi, si tratta di sottili variazioni, “che tuttavia aggiungono fascino all’evento, preziosa occasione per ammirare il nostro satellite naturale nel contesto del cielo notturno, un paesaggio sempre più dimenticato”.

Il consiglio, dell’Unione Astrofili Italiani (Uai), è di fotografare la Superluna dell’8 aprile e di confrontare l’immagine con altre precedenti riprese con la Luna Piena alla massima distanza dalla Terra (apogeo). Un altro ‘trucco’ per apprezzarla meglio è osservarla quando sorge (ovvero al calar del Sole) o quando tramonta (all’alba), perché, rileva Masi, “la Luna, si proietta dietro palazzi ed elementi del paesaggio, generando la sensazione che il suo disco sia più grande, per la presenza nel campo visivo di termini di paragone, tratti dall’ambiente”. L’evento lunare, rileva Paolo Volpini, dell’Uai, è un modo per riscoprire il cielo “e cercare un pizzico di serenità, viaggiando virtualmente tra le stelle anche se siamo tenuti a rimanere in casa”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Fase 2, da oggi riaperti i confini regionali

CronacaNotizie

Incidente a catena in direzione Roma Centro. Aurelia in tilt

Notizie

Rientro, rallentamenti su A12 e statale Aurelia

Notizie

Coronavirus, scendono sotto i 40mila i positivi in Italia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.