fbpx
Notizie

Santa Marinella, una class action contro il Ministero e la Rai

Disagi per diversi utenti della Perla del Tirreno nella ricezione dei canali televisivi. Il problema non solo a Santa Marinella ma anche a Cerenova e a Ladispoli

Santa Marinella, una class action contro il Ministero e la Rai –

Segnale assente o debole.

Questa la frase che purtroppo diversi utenti del litorale vedono comparire di punto in bianco sugli schermi dei propri televisori.

Con l’arrivo dell’estate il problema sembra acuirsi di più con i residenti che difficilmente possono gustarsi un programma televisivo in santa pace.

A essere più colpiti i residenti di Santa Marinella, Cerenova e anche Ladispoli (in alcune zone come zona Domitilla, via Roma, ma anche Palo laziale).

Santa Marinella, una class action contro il Ministero e la Rai
Santa Marinella, una class action contro il Ministero e la Rai

Disagi che non riguardano solo i canali Mediaset ma che nella maggior parte dei casi comprendono anche i canali Rai.

E la rabbia ovviamente monta.

Con gli utenti comunque costretti a far fronte al pagamento del canone, da tempo, ormai, inserito nella bolletta dell’energia elettrica.

Alla richiesta di conoscere il motivo del disagio, sono purtroppo diverse le teorie avanzate.

Dal troppo caldo che causerebbe problemi all’arrivo del segnale televisivo, alla presenza di un numero maggiore di persone sul litorale vista la pausa estiva.

Ma qualunque sia la risposta e il tentativo di risolvere il problema purtroppo, niente cambia.

I televisori continuano a non funzionare come dovrebbero.

Ora a Santa Marinella a prendere l’iniziativa per cercare di dare risposte e soprattutto una soluzione al problema ai residenti è il sindaco Pietro Tidei.

E’ lui il promotore della class action contro il Ministero e la Rai.

Nei giorni scorsi il primo cittadino della Perla del Tirreno ha infatti deciso di inviare una lettera al Ministero competente e alla stessa Rai “invitandoli – ha spiegato – a eliminare questa ormai perenne disfunzione”.

“La risposta pervenutami – ha proseguito Tidei – è identica a quella inviata qualche anno prima all’amministrazione precedente, senza che nel frattempo sia cambiato nulla”.

Un comportamento, per il sindaco “irriguardoso e menefreghista”.

Da qui la decisione di promuovere “una class action contro il Ministero e contro la Rai”.

Come partecipare?

Basta recarsi in Comune, già da questa settimana, all’ufficio pratiche legali per “firmare l’azione di class action contro i suddetti soggetti”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Cerveteri, la Lega attacca Pascucci e la Raggi: "Sono i responsabili della situazione del Mattei"

Notizie

Santa Marinella, firmato protocollo Regione - comune per la valorizzazione dei beni di Santa Severa

Notizie

Meteo, brusco peggioramento nel weekend

Notizie

Ladispoli, protocollato il progetto definitivo del palazzeto dello sport

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?