fbpx
Uncategorized

“Santa Marinella, un ulteriore passo avanti verso la riqualificazione del sito di Castrum Novum”

Il sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei: “Stiamo operando, fattivamente, con atti concreti verso un’iniziativa che rappresenterà un nuovo polo di attrazione turistica a livello internazionale, attraverso il coinvolgimento dei principali tour operator del mondo”

“Santa Marinella, un ulteriore passo avanti verso la riqualificazione del sito di Castrum Novum” –

Riceviamo e pubblichiamo

L’amministrazione comunale di Santa Marinella ha compiuto un nuovo ulteriore passo in vanti verso la riqualificazione del sito di Castrum Novum che diventerà uno dei più importanti parchi archeologici del Lazio e dell’Italia intera.

Santa Marinella Castrum Novum

Questo grazie all’aggiudicazione dei primi lavori sull’area e soprattutto grazie ad un cospicuo finanziamento regionale concesso sulla base del dettagliato progetto redatto dal comune di Santa Marinella.

“Stiamo operando, fattivamente, con atti concreti verso una iniziativa che come ho avuto modo più volte di spiegare, rappresenterà un nuovo polo di attrazione turistica a livello internazionale, attraverso il coinvolgimento dei principali tour operator del mondo”, ha detto il sindaco Pietro Tidei.


“Il parco archeologico di Castrum Novum attiguo allo Science Park con il Museo Marconiano di Torre Chiaruccia, han tutte le potenzialità per diventare tappa fissa dei tour sul territorio anche da parte dei croceristi che sbarcano al porto di Civitavecchia”.

“Questa amministrazione è talmente convinta della grande opportunità che potranno derivare dalla valorizzazione di Castrum Novum che per assicurare la completa copertura finanziaria all’intervento ha stanziato ulteriori 75 mila euro attingendo a fondi propri”.

“Abbiamo agito con celerità acquisendo tutti i necessari pareri favorevoli perché i lavori costituiscono una e condizione essenziale per la riqualificazione del sito archeologico di Castrum Novum”.

“Vorrei ricordare infine che la campagna di scavi, che è ancora in corso, ha portato altri importanti risultati per la conoscenza della storia e dell’archeologia di questa colonia romana esistita per circa 800 anni, tra il III secolo a.C. e il V secolo d.C., sita a Santa Marinella presso Torre Chiaruccia”.

“Gli scavi, di recente, hanno portato alla luce l’esistenza di un impianto termale, costruito in epoca imperiale, realizzato all’interno del recinto dell’antico Castrum dell’epoca delle Guerre Puniche”.

“Per chi fosse interessato proseguono anche le visite guidate, che ogni giorno, dal lunedì al venerdì, alle ore 10 e alle ore 16.30, consentono ai cittadini di visitare in sicurezza l’area archeologica in corso di scavo”.

“Gli scavi, in concessione al comune di Santa Marinella sono condotti dal direttore del Polo Museale Civico Flavio Enei, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di West Bohemia e il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, sotto l’egida della Soprintendenza Archeologica”.

“A breve, grazie al progetto comunale, finanziato dalla Regione sarà allestito il Parco Archeologico Urbano di Castrum Novum che, valorizzerà l’area in forma permanente”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Uncategorized

Ladispoli, Raimo: “Dal 21 ottobre attivo il punto territoriale Europa"

CittàNotizieUncategorized

Cerveteri, Legalità e Sicurezza Ferroviaria: nelle scuole il progetto ‘Train … to be Cool’

CittàpoliticaUncategorized

L'ANPI Ladispoli - Cerveteri va a congresso

Uncategorized

Il Viaggiatore Etrusco in visita a Venezia fino a gennaio

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.