fbpx
 
CittàNotizie

Santa Marinella acquisisce beni per la prima volta nella sua storia

Acquisiti due edifici, quelli che formano il vasto compendio immobiliare di via Cicerone 25

Santa Marinella acquisisce beni per la prima volta nella sua storia –

Riceviamo e pubblichiamo –

Per la prima volta dopo oltre 70 anni dalla nascita del Comune di Santa Marinella, la nostra amministrazione è stata in grado di acquisire al suo patrimonio ben due edifici ovvero quelli che formano il vasto compendio immobiliare di via Cicerone 25.

La città, per la prima volta ha il suo municipio e tutti gli uffici comunali, anche quelli che svolgono servizio al pubblico, ubicati all’interno di una nuova funzionale e moderna sede.

Venerdì mattina, è stato raggiunto, con il perfezionamento di tutta la documentazione necessaria per l’acquisto dei due immobili, uno dei principali e più ambiziosi traguardi che si era prefissata questa amministrazione che, dopo decenni di inerzia e tanti tentativi falliti in passato, è riuscita a dotare Santa Marinella della sua sede municipale.

Grazie a questo risultato che è quasi riduttivo definire storico, soprattutto perché è stato raggiunto con grande determinazione uscendo dallo stato di dissesto, ma mi piacerebbe definirlo di disastro finanziario ereditato dalla passata giunta, potremo presto procedere alla firma del contratto di compravendita dell’edificio di proprietà della Congregazione delle Suore Benedettine e di accendere il relativo mutuo, grazie anche al parere favorevole rilasciato dai Revisori dei Conti.

Nell’immobile già sede di quasi tutti gli uffici comunali della cittadina finalmente riuniti in un unico edificio, saranno trasferiti anche gli uffici dell’anagrafe e della Santa Marinella Servizi.

Sarà poi studiata e concertata, anche con le minoranze, sia la progettazione e realizzazione   di una sala teatrale utilizzando i locali già presenti al piano interrato dell’immobile di via Cicerone, che l’utilizzo delle altre sedi comunali che per alto abbiamo scoperto di recente non sono ancora intestate al Comune ma ai precedenti proprietari.

Questo la dice lunga su come in passato sono stati gestiti i beni pubblici.

Finalmente, mi permetto di asserire, Santa Marinella è stata amministrata in maniera oculata perseguendo il bene della collettività risanando i conti in rosso arrivando ad acquistare il vasto immobile di via Cicerone.  Questo lo dico non per vantarci del nostro operato, che pure è frutto di un costante impegno, ma per smentire quei, pochi per fortuna, detrattori di questa maggioranza che seguitano a voler negare l’evidenza.

Non a caso vorrei ricordare ancora che l’ex sede municipale di via Aurelia grazie ad un accordo raggiunto con la dirigenza della Asl RM 4 e all’ acquisto dell’ex istituto delle Benedettine ospiterà il primo ospedale di comunità con punto di primo soccorso della nostra città.   Stiamo perseguendo anche altri obiettivi e credo che al temine di questa nostra consiliatura lasceremo ai cittadini, residenti e villeggianti, una città ben diversa, con spiagge, strade edifici pubblici impianti sportivi e scuole riqualificate.  Saranno i cittadini a decidere se continuare a percorrere questa strada.

Post correlati
AttualitàCittà

Civitavecchia: con "La memoria ritrovata" si parla di Campo dell'Oro

CittàCronaca

Canale Monterano: si aggirano per vendere "kit di pronto soccorso", ma non sono autorizzati

AttualitàCittà

Santa Marinella: discariche a cielo aperto per colpa degli incivili

CittàCronaca

Cerveteri: ancora marciapiedi infestati dalle erbacce, cittadini esasperati

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.