fbpx
 
Attualità

Regione Lazio, stanziati 130 milioni di euro per ridurre la pressione fiscale

Assessore Righini: “Nel provvedimento abbiamo previsto l’azzeramento dell’addizionale regionale per i redditi fino a 28mila euro con una misura che cuba quasi 110 milioni di euro”

L’assessore al Bilancio, alla Programmazione Economica, all’Agricoltura, alla Sovranità Alimentare, alla Caccia e alla Pesca e ai Parchi e alle Foreste della Regione Lazio, Giancarlo Righini, ha dichiarato che con l’emendamento alla proposta di legge sulla variazione di bilancio riguardante il “Fondo per la riduzione della pressione fiscale e il sostegno al reddito”, si compie un notevole sforzo dal punto di vista finanziario. Tuttavia, si rispetta quanto stabilito nell’accordo sottoscritto con gli stessi rappresentanti dei lavoratori prima dell’approvazione della legge di stabilità.

L’assessore al Bilancio, alla Programmazione Economica, all’Agricoltura, alla Sovranità Alimentare, alla Caccia e alla Pesca e ai Parchi e alle Foreste della Regione Lazio, Giancarlo Righini, ha dichiarato che con l’emendamento alla proposta di legge sulla variazione di bilancio riguardante il “Fondo per la riduzione della pressione fiscale e il sostegno al reddito”, si compie un notevole sforzo dal punto di vista finanziario. Tuttavia, si rispetta quanto stabilito nell’accordo sottoscritto con gli stessi rappresentanti dei lavoratori prima dell’approvazione della legge di stabilità.

Nel provvedimento, è stato previsto l’azzeramento dell’addizionale regionale per i redditi fino a 28 mila euro con una misura che copre quasi 110 milioni di euro. Per i redditi da 28 a 35 mila euro è stata decisa l’utilizzazione del vantaggio derivante dalla manovra fiscale del Governo nazionale che per questi scaglioni prevede già l’agevolazione di 260 euro. Tale importo è stato integrato con ulteriori 40 euro fino a raggiungere un beneficio complessivo per i contribuenti di 300 euro, con un investimento di circa 16 milioni di euro.

Per quanto riguarda l’Irap, è stato previsto un piccolo intervento, che ammonta a meno di 3 milioni e mezzo di euro, e riguarda le società no profit che avranno l’esonero dalle addizionali regionali dello 0,92. Complessivamente si tratta, quindi, di una manovra fiscale di 130 milioni, superiore allo stanziamento previsto nella manovra di Bilancio che ammonta a 100 milioni. Gli ulteriori 30 milioni saranno prelevati dal fondo Tpl per Roma, con l’impegno di ricostituirlo con l’assestamento di bilancio.

Post correlati
AttualitàCittàCulturaIstruzioneTecnologia

Ladispoli, tra mistero e realtà: ricostruito in 3D da Marco Mellace il complesso archeologico dell’età del bronzo scoperto a Piane di Vaccina

Attualità

Sicurezza, dalla Giunta Regionale 4ml per videosorveglianza e recupero dei beni confiscati

Attualità

Regione Lazio, al via il nuovo bando "donne, innovazione e impresa"

AttualitàCronaca

RFI, nodo di Roma: domenica modifiche alla circolazione per interventi di manutenzione ad Ostiense

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.