fbpx
 
AttualitàCulturaNotizie

Marco Tavani è il nuovo presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica

Importante incarico per il Professore che l’estate tiene le sue conferenze “sotto le stelle” al Columbia Beach

Marco Tavani è il nuovo presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Una notizia che la Città di Ladispoli saluta con entusiasmo: sono molti i cittadini che hanno avuto l’occasione di assistere alle appassionate conferenze tenute dal Professore nelle estati ladispolane.

La notizia è stata ufficializzata dall’ANSA lo scorso 13 ottobre.

Marco Tavani Astrofisica Columbia Beach Ladispoli
Ladispoli, Marco Tavani al Columbia Beach

Proprio questa estate il Prof. Tavani aveva accompagnato il pubblico in una passeggiata fra le stelle, ascoltando le note di Beethoven Debussy e Frank Sinatra (foto) suonte al pianoforte da Claudia Simonetti, in una splendida serata allo stabilimento balneare Columbia Beach, sul Lungomare centrale di Ladispoli.

Fra i massimi esperti dei fenomeni più violenti dell’universo e ‘papà’ del satellite italiano Agile, progettato per osservarli, Tavani è stato nominato presidente dell’Inaf con un decreto del ministero per l’Università e la Ricerca e succede a Nichi D’Amico, prematuramente scomparso il 14 settembre. Socio dell’Accademia dei Lincei, 63 anni appena compiuti e una lunga esperienza di studio e lavoro negli Stati Uniti, Tavani è rientrato in Italia alla fine degli anni ’90, in tempo per entrare a far parte della missione Agile, dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

marco tavani
Marco Tavani – foto ANSA

“Sono stato fortunato“, ha detto. Ma oggi,“quando i giovani vengono immessi nel mondo della ricerca, molto spesso in Italia non trovano possibilità di lavoro adeguate e vanno fuori: è un paradosso che la nostra scuola dia una buona formazione scientifica a decine di migliaia di giovani e che poi molti di essi restino all’estero: facciamo un favore enorme ai nostri cugini d’oltralpe e degli Stati Uniti”. E’ una situazione “che dobbiamo assolutamente migliorare, cercando di fare come in altri Paesi, dove c’è un contributo pubblico e un contributo da parte dell’industria”.

Le stelle “non sono lontanissime: lo spazio e l’astronomia sono un motore di innovazione e tecnologia” e per questo “è importante spendere di più in ricerca“: il neopresidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica Marco Tavani sa che “se andiamo su Marte o sulla Luna non è perché ci piace fare una passeggiata fra i sassi, ma perché le conoscenze e le tecnologie legate a quelle missioni hanno ricadute sulla nostra vita di tutti i giorni“.

Tuttavia è “fondamentale avere fondi per la ricerca”, così come è fondamentale avere un ministero dedicato, ha aggiunto guardando con favore al recente annuncio del ministro Gaetano Manfredi di voler finanziare la ricerca con 15 miliardi. “Spendere di più in ricerca è importante”, ha rilevato Tavani, e bisogna “far capire alla società come la ricerca sia importante: dobbiamo insegnare ai giovani che c’è la ricerca alla base dello sviluppo tecnologico che sperimentiamo tutti i giorni“. Fonte ANSA 13 ottobre.

Post correlati
Notizie

Trenitalia in sciopero domani e venerdì: possibili disagi

CittàNotizie

Santa Marinella, divieto di transito su via Valdambrini fino al 3 dicembre

CittàNotizie

Accoltellamento Civitavecchia: trovato il tunisino

CittàNotizie

Fiumicino: aveva con sé la "droga dello stupro", arrestato

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.