fbpx
 
 
Cultura

Le celebrazioni di Raffaello Sanzio nella filatelica e nella numismatica

Il grande artista omaggiato da Stato Italiano, Città del Vaticano e Repubblica di San Marino

Le celebrazioni di Raffaello Sanzio nella filatelica e nella numismatica –

di Luana Bedin e Nardino D’Alessio

Raffaello Sanzio

Lo Stato Italiano, attraverso le sue varie e prestigiose Istituzioni, ha celebrato, con diverse iniziative culturali, i 500 anni della morte di Raffaello Sanzio. Significativa è stata la mostra “1520-1483 RAFFAELLO” svoltesi, a più riprese causa coronavirus, a Roma nelle Scuderie del Quirinale, inaugurata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che, con un originale percorso espositivo, ha reso omaggio a un grande artista e maestro del Rinascimento, morto giovanissimo all’età di 37 anni, lasciando capolavori irrepetibili, poiché la sua pittura aveva qualità sovrannaturali, eccelse anche in architettura ed archeologia.

Raffaello Sanzio (Urbino 6 aprile 1483 – Roma 6 aprile 1520) è sepolto, secondo le sue ultime volontà, all’interno del PANTHEON, simbolo della continuità fra le diverse tradizioni di culto ed esempio dell’architettura classica, dove risalta sopra la tomba la statua della “Madonna del Sasso”, scolpita da un suo allievo, Lorenzo Lotti detto Lorenzetto e da un epitaffio scritto, in latino, da Pietro Bembo, Cardinale e insigne umanista di quel tempo, la cui traduzione recita: “Qui è quel Raffaello da cui, fin che visse, Madre Natura temette di essere superata, e quando morì temette di morire con lui”. Con queste parole Raffaello, l’uomo della serenità, della felicità e della bellezza è rimasto eterno.

Pantheon e tomba di Raffaello

Il 20 luglio 2020 Poste Italiane rese noto delle emissioni, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, di quattro francobolli dedicati a Raffaello per i cinquecento anni dalla sua morte. E’ stato anche previsto l’annullo postale per il giorno delle emissioni dei quattro francobolli, effettuato, per tale occasione  presso l’Ufficio Postale di Roma Quirinale e l’Ufficio Postale di Urbino.

I francobolli riproducono rispettivamente un’opera dell’artista:

  • Autoritratto di Raffaello – Galleria degli Uffizi a Firenze;
  • Trionfo di Galatea – Villa Farnesina a Roma;
  • Madonna col Bambino – Casa natale di Raffaello a Urbino;
  • Sposalizio della Vergine – Pinacoteca di Brera a Milano.
Francobolli – Nell’ordine, in senso orario: Autoritratto di Raffaello; Trionfo di Galatea; Madonna col Bambino; Sposalizio della Vergine

Il Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano, per il 500° Anniversario della morte di Raffaello Sanzio, ha inserito nel catalogo per la collezione numismatica 2020 l’emissione di due bellissime monete, recanti lo stesso soggetto, in oro (20 € Au-proof) che in argento (5 € Ag-proof). In tali monete è rappresentato nel diritto l’autoritratto di Raffaello Sanzio del 1506, ora esposto nella Galleria degli Uffizi a Firenze. Nel rovescio è riportato il particolare dell’affresco di Raffaello “Scuola di Atene” del 1509-1511, presente in Vaticano nella Stanza della Segnatura.

(20 € Au-proof)
(5 € Ag-proof)

Oltre che allo Stato Italiano, hanno reso omaggio all’artista urbinate lo Stato della Città del Vaticano con una moneta commemorativa di 2 euro (FDC) che raffigura l’autoritratto di Raffaello presente nell’affresco della “Scuola di Atene” e i due angioletti posti alla base della “Madonna Sistina”, conservata nella Gemäldegalerie di Dresda (Germania), e la Repubblica di San Marino con una moneta commemorativa di 2 euro (FDC) che rappresenta il profilo della Vergine, particolare dell’affresco “Madonna di Casa Santi”, primo capolavoro del giovanissimo Raffaello.

Moneta commemorativa di 2 euro (FDC) della Città del Vaticano
Moneta commemorativa di 2 euro (FDC) della Repubblica di San Marino

Cinquecento anni fa moriva inaspettatamente a Roma il “Divino Raffaello”, pittore e architetto, che tutto il mondo dell’arte pianse. Sono passati secoli, ma la sua arte continua a parlare agli uomini con la dolcezza e la bellezza che aveva fermato con i colori e che ancora oggi trasmette forti emozioni.    

Post correlati
CittàCultura

Più forte della paura: a Santa Marinella la terribile vita dei bambini-soldato

CulturaNotizie

A LadispoLibri viaggio nella cultura da Caravaggio a Veronica Pivetti

CittàCultura

Anguillara si anima con 'Sogno nel Borgo': spettacoli e performance nel centro storico

CittàCulturaCuriosità

Civitavecchia celebra i 100 anni dalla nascita di Pasolini con uno spettacolo teatrale multimediale

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.