fbpx
 
Notizie

“Ladispoli, Polizia locale trasferita violando gli accordi sindacali”

La Uil Fpl punta il dito contro il trasloco della municipale a viale Mediterraneo: “La nuova sede è stata ricavata da un magazzino mal riadattato, di evidente destinazione non idonea per un Comando di Polizia”

“Ladispoli, Polizia locale trasferita violando gli accordi sindacali” –

“La nuova sede è stata ricavata da un magazzino mal riadattato di evidente destinazione non idonea per un comando di Polizia”. A puntare i riflettori sul trasloco del comando di Polizia locale da via Vilnius e viale Mediterraneo.

Trasloco effettuato per lasciare i nuovi locali di via Vilnius per la realizzazione del Commissariato di Polizia.

Dopo le polemiche sorte attorno alla decisione dell’amministrazione di trasferire gli agenti della municipale in zona artigianale, alla fine il Comune aveva optato per i locali di viale Mediterraneo con il conseguente trasloco in altra sede delle associazioni di volontariato che vi operavano al suo interno.

Ma a quanto pare, per il sindacato della categoria, quei locali, da poco occupati dalla municipale non sarebbero adatti a un comando di Polizia.

Per la Uil Fpl l’amministrazione Grando procedendo col trasloco senza consultare i sindacati, avrebbe violato “gli accordi intercorsi che prevedono preventivi sopralluoghi e verifiche afferenti la nuova sede del Comando a garanzia dei dipendenti e dei cittadini utenti”.

Per il sindacato la struttura di viale Mediterraneo ha presentato sin da subito “criticà e difficoltà che anche i lavori effettuati non hanno potuto sanare”.

“La nuova sede è stata ricavata da un magazzino mal riadattato, di evidente destinazione non idonea per un Comando di Polizia”.

Gli uffici al suo interno sarebbero “scarsamente areati e illuminati con luce per lo più artificiale, essendo aperti nella parte superiore, con un soffitto a cupola di materiale ligneo che non consentono di rispettare le condizioni di riservatezza che devono essere rispettate nelle operazioni di Polizia giudiziaria o alla stessa attinenti”.

A questo vanno ad aggiungersi le problematiche relative ai servizi igienici con “caratteristiche funzionali tali da non garantire un corretto utilizzo da parte dei disabili di entrambi i sessi” e “non accessibili da utenti esterni se non passando per gli uffici, compromettendo la riservatezza degli atti”.

Problemi anche relativi all’accesso alla struttura: “Raggiungibile esclusivamente transitando su breccia instabile” e che “costituisce una barriera architettonica per gli utenti differentemente abili, costituendo tra le altre cose, potenziale pericolo anche per il dipendente o utente non disabile, vista la presenza di tombini di scolo delle acque piovane e di passaggio cavi, potenzialmente resi invisibili dalla presenza dei summenzionati ciottoli/breccia”.

Il sindacato torna poi a puntare i riflettori anche sulla “velocità” con cui l’amministrazione avrebbe deciso di trasferire gli agenti della municipale, senza consentire un sopralluogo alla parte: “La velocità del trasferimento in questione non si giustifica in nessun senso, considerando che a tutt’oggi i locali di via Vilnius giacciono ancora vuoti, mentre la nuova sede di viale Mediterraneo risulterebbe priva di collegamento telefonico diretto, sostituito da un cellulare probabilmente disconosciuto dalla maggioranza della popolazione”.

“Il comportamento adottato da questa amministrazione che, con un colpo di spugna, ha compromesso i corretti e leali rapporti sindacali e il clima di fiducia reciproca è incomprensibile – ha proseguito la Uil Fpl – quanto inaccettabile. Una scelta a nostro avviso scellerata, le cui ricadute e i rapporti costi/benefici come le spese sostenute a front di precedenti interventi di ristrutturazione della vecchia sede, da poco messa a nuovo, non trovano una motivazione logica, economica e migliorativa, su cui la Corte dei Conti potrebbe decidere in merito ad eventuali danni erariali cagionati”.

Post correlati
Notizie

Cerveteri, a Roberto Rossi il premio Beppe Viola

Notizie

L'Architetto Fabrizio Bettoni nuovo Dirigente del Comune di Cerveteri

CittàNotizie

Parco Agrisolare: contributi a fondo perduto per l'installazione di pannelli solari

CittàNotizie

Truffe agli anziani: i militari dell'Arma incontrano i cittadini

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.