fbpx
 
AttualitàCittà

Ladispoli, ‘Cristo fra i muratori’ e ‘Divorzio di Velluto’: i prossimi appuntamenti da Scritti e Manoscritti

Ladispoli, ‘Cristo fra i muratori’ e ‘Divorzio di Velluto’: i prossimi appuntamenti da Scritti e Manoscritti

DOMENICA 1 MAGGIO, alle ore 11.00, ospitiamo la casa editrice (di Ladispoli, e siamo felicissimi per questo) Readerforblind che nasce nel gennaio del 2021 e si propone come illustre obiettivo quello di riscoprire classici della letteratura italiana dimenticati con un occhio sempre rivolto alle nuove e talentuose voci contemporanee italiane e straniere. Nell’ottica di una giornata così particolare come quella del 1 maggio, i ragazzi della casa editrice insieme a Sandro Bonvissuto (scrittore pubblicato da Einaudi) ci parleranno del loro progetto e della loro ultima pubblicazione: CRISTO FRA I MURATORI di Pietro Di Donato.

Geremio (protagonista della storia) è un giovane immigrato abruzzese in America e come i suoi coetanei, anela a vivere il mitico “american dream” : comprare una casetta per lui, sua moglie e i loro 7 figli, quasi 8. Il sogno si infrange, o per meglio dire, viene soffocato da una colata di cemento che travolge Geremio sul lavoro: il suo ponteggio crolla e con lui anche i sogni e la felicità. Fato, caporalato, le questioni della sicurezza sul lavoro (sempre, purtroppo, attualissime) fanno da cornice ad una storia che potrebbe essere ambientata nei nostri cantieri oggi e, a pensarci bene, nei cantieri di tutto il mondo. Sarà poi il figlio maggiore di Geremio, Paul, a cercare di portare avanti la famiglia dimenticata dalle istituzioni, dalla Chiesa e dalla società.È un ritratto infame e sorprendentemente realistico della vita degli immigrati italiani negli USA nel secolo scorso: un’ardente biografia, se vogliamo, dell’autore stesso. Di Donato infatti nasce nel New Jersey nel 1911 da immigrati abruzzesi e, a seguito della morte del padre in un cantiere, è costretto a prendere in mano le redini della sua famiglia.Il significato del 1 Maggio, oltre le brillanti scenografie patinate che vediamo tutti gli anni, vuole ricordarci che la sicurezza sul lavoro è una cosa seria e che l’attenzione e la cura ad un simile argomento non sono mai troppe né superflue.

VENERDI’ 6 MAGGIO, alle ore 18.00, avremo il piacere di ospitare JANA KARŠAIOVÁ, tra i 12 finalisti candidati al Premio Strega di quest’anno, che ci parla del suo libro edito da Feltrinelli: DIVORZIO DI VELLUTO, libro che è tra i 12 finalisti al Premio Strega di quest’anno e la motivazione che ha spinto Gad Lerner a proporla per il prestigioso premio letterario è la seguente:
“IN DIVORZIO DI VELLUTO È INSCRITTO IL FASCINO DEL ROMANZO EUROPEO. O, SE PREFERITE, LA NUOVA EUROPA DECLINATA IN LETTERATURA ITALIANA DA UNA SCRITTRICE ESORDIENTE SLOVACCA CHE, DA AUTODIDATTA, GRAZIE A VENT’ANNI DI STUDIO, NELLA NOSTRA LINGUA HA TROVATO IL MEZZO PIÙ ADATTO A ESPRIMERE MIRABILMENTE LA SUA CONDIZIONE  ESISTENZIALE.”Jana è nata a Bratislava e ha imparato l’italiano da autodidatta nel 2002. E’ una cittadina del mondo ed è un’autrice straordinaria che ha scelto l’italiano come lingua elettiva creando una scrittura versatile e profonda.Il suo libro, che intende ripercorrere le vicende della separazione tra Slovacchia e Repubblica Ceca – un divorzio, appunto –  in un gioco di riverberi tra le voci delle sue protagoniste, è una storia di assenze che pesano, di tradimenti, di desideri temuti e mai pronunciati, di strappi che chiedono nuove risorse per essere ricomposti, di sradicamento e di rinascita.

Per i due eventi ai quali vi invitiamo, vi ricordiamo che è consigliata la prenotazione (potete scriverci a questo indirizzo mail o anche rispondere direttamente a questo messaggio), indossare la mascherina FFP2 (al momento ancora è obbligatorio) per tutta la durata dell’incontro.

Post correlati
CittàCronaca

Affidati i lavori dell'istituto Pertini di Ladispoli

AttualitàCittà

Poste italiane: a Roma e provincia da giovedì 1 dicembre in pagamento le pensioni comprensive di tredicesima

AttualitàCittà

A Civitavecchia con Beatrice Maffei un tuffo nei ricordi degli anni ‘80

CittàCronaca

Cerveteri: a Macchia della Signora un percorso di trekking universalmente accessibile

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.