fbpx
Attualità

Il Comune partner del progetto “Ladispoli crede nel verde”

Promotrice del progetto l’associazione Omniares che ha partecipato all’avviso pubblico di LazioInnova

Il Comune partner del progetto “Ladispoli crede nel verde” –

Il comune di Ladispoli diventa partner dell’associazione Omniares nel progetto “Ladispoli crede nel verde”.

Partnership utile alla partecipazione all’avviso pubblicato da LazioInnova, società in house della Regione Lazio, per “il riconoscimento di contributi per la realizzazione di iniziative di promozione della cultura e dello sport, di animazione territoriale e di inclusione sociale”.

Obiettivo del progetto: incrementare la capacità di integrazione Istituzioni/Partecipazione/Partenariati mirato a creare consapevolezza sui temi di sostenibilità ambientale.

Obiettivo principale, come si legge nel progetto dell’associazione, è quello di coinvolgere la comunità locale attivamente su processi gestionali di sostenibilità ambientale finalizzati alla valorizzazione del territorio e al miglioramento del benessere collettivo rendendola protagonista del progetto di ripristino del Bosco di Palo, “importante luogo di aggregazione di giovani, anziani e famiglie”.

“In ottica di inclusione sociale, oltre le scuole secondarie del territorio, saranno coinvolte in particolare categorie di cittadini che hanno maggiormente subito isolamento ed emarginazione nel periodo della pandemia, quali anziani (attraverso i due centri anziani del territorio) e disabili (attraverso i servizi sociali dell’ente e le associazioni del territorio) che diventano risorse preziose in grado di affiancare amministrazione e associazioni in un percorso di promozione e valorizzazione del territorio).

L’oasi del bosco di Palo – si legge ancora nel progetto – è un sito di importanza comunitaria per le sue caratteristiche naturali, tali da rientrare nella rete natura 2000, un network europeo di aree protette da conservare.

Il sito, già oggetto di studio da parte dell’Arsial e del Dipartimento di biologia ambientale della Sapienza, Università di Roma, attraverso la realizzazione di un progetto europeo dal titolo Life + “Ripristino, gestione e valorizzazione di habitat prioritari delle aree costiere del Mediterraneo”, riveste una grande importanza per la Regione.

Il recupero e la salvaguardia del parco pubblico adiacente all’area protetta punta nel creare un continuum con l’Oasi valorizzando il territorio.

Oltre a ciò l’iniziativa è stata articolata in modo tale da aprire la strada alla successiva fase 2 che sarà attuata dall’ente attraverso la partecipazione a bandi europei nello specifico ambito e strumenti di project financing finalizzati nel medio termine a:

  • •Messa in sicurezza e salvaguardia dell’area attraverso il posizionamento di
  • telecamere al fine di evitare episodi di vandalismo • Maggiore controllo sui rifiuti
  • Posizionamento di una recinzione in grado di rendere più sicura l’area • Costante controllo dello stato di salute degli arbusti

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Coronavirus, nel mondo i casi accertati sono 19.687.156

Attualità

Il Tolfarte si conferma la "casa" degli artisti di strada

Attualità

Fiumicino, Anselmi: "Un paluso ai volontari della Croce Rossa"

Attualità

Gemelle separate al Bambino Gesù battezzate da Papa Francesco

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.