fbpx
 
CittàCronacaNotizie

I pompieri di Cerenova ancora senza autoscala, Fargnoli: “E’ fondamentale per gestire alcuni soccorsi”

Ai pompieri di Marina di Cerveteri manca ancora l’autoscala. E il caporeparto e delegato Fns Cisl Gabriele Fargnoli torna a sottolineare il problema.

“Non ci resta – spiega – che tornare a fare polemica. Dopo due mozioni approvate, in Consiglio comunale a Ladispoli, dal sottoscritto che si trovava in aula come consigliere e poi anche a Cerveteri, questo mezzo elevazioni importante, e cioè l’autoscala, non è ancora arrivato. È fondamentale, ripeto, per gestire un soccorso in tutta sicurezza nei piani alti di una palazzina. Spero che i nostri dirigenti prendano seriamente in considerazione questa richiesta, noi non molleremo”.

I trentadue pompieri di Cerenova coprono un territorio vasto e l’autoscala è uno strumento importante.

“Passa del tempo prezioso – prosegue Fargnoli – prima che giungano i rinforzi dalla Nomentana, da Ostia e a volte da Civitavecchia”

Anche il numero dei lavoratori è in sottorganico.

“Questa sede operativa – spiega Riccardo Ciofi, segretario generale Fns Cisl Roma e Rieti – è classificata come Sd3, con sole 32 persone, un numero insufficiente per coprire un tratto del litorale così vasto. Le unità dovrebbero essere almeno 44 per poter disporre anche di due squadre in più ogni giorno. L’amministrazione centrale deve sentirci e potenziare anche questa caserma”

Post correlati
Cronaca

Visite col contagocce presso l’Aurelia Hospital “Nostro padre è nella solitudine”

CittàCronaca

Cerveteri, rubato un compattatore dall'isola ecologica

AttualitàCronaca

Trapianto urgente: la Lamborghini della Polizia vola da L'Aquila a Torino

AttualitàCronaca

Autovelox e tutor: oggi controlli della polizia sulla Roma - Civitavecchia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.