fbpx
Città

Giro di vite sulla raccolta differenziata. Pascucci emette ordinanza per migliorare il servizio

50 Condivisioni

L’inosservanza delle prescrizioni sarà punita con le sanzioni amministrative

Giro di vite sulla raccolta differenziata. Pascucci emette ordinanza per migliorare il servizio

Richiamate le precedenti ordinanze sindacali in materia di rifiuti, recanti disposizioni necessarie per assicurare la tutela igienico-sanitaria e il decoro urbano, il Sindaco Alessio Pascucci ha emesso un’Ordinanza riguardante il servizio di igiene urbana-disposizioni urgenti in materia di rifiuti al fine di migliorare la raccolta differenziata in tutto il territorio.

“Dalla data di emissione della presente Ordinanza e fino al 30 Aprile 2020 tutti i cittadini del Comune di CERVETERI, dovranno effettuare un corretto conferimento differenziato negli appositi contenitori forniti in precedenza; previa riduzione degli stessi al minimo ingombro; raccolti in buste idonee (di plastica, semitrasparenti per residuo secco e plastica) per evitarne la dispersione in fase di raccolta (ad esclusione del vetro e della carta; per quest’ultima è permesso l’uso di buste di carta). Gli utenti dovranno provvedere, esclusivamente nei giorni e negli orari di raccolta previsti dal calendario vigente, consultabile sul sito del comune nella sezione “CERVETERI CHIAMA A RACCOLTA” (www.comune.cerveteri.rm.it).

La raccolta differenziata dei rifiuti “carta-cartone”, “imballaggi in plastica”, “vetro e alluminio”, “organico” e la raccolta del rifiuto secco-residuo “non riciclabile” sono effettuate con il sistema “porta a porta”, tramite l’uso di contenitori-mastelli forniti a tutte le utenze domestiche e non domestiche.

Tutti i rifiuti assimilabili agli urbani possono essere conferiti presso il Centro Comunale di Raccolta sito in via Settevene COMUNE DI CERVETERI, secondo le modalità, il calendario e gli orari sempre consultabili sul sito del Comune. E’ vietata ogni altra modalità di conferimento, ivi incluso l’abbandono dei rifiuti negli spazi assegnati. Il titolare di licenza di vendita è responsabile della pulizia e dello stato della piazzola assegnata.

E’ vietato depositare i rifiuti domestici nei cestini dislocati sul territorio comunale; abbandonare e depositare rifiuti di qualsiasi genere sul suolo e nel sottosuolo, nelle acque superficiali e sotterranee e comunque nei luoghi diversi da quelli stabiliti; introdurre sacchi e rifiuti nei cestini getta carta. E’ vitata la cernita, il rovistamento ed il prelievo dei rifiuti collocati negli appositi contenitori o diversamente conferiti al servizio, ovvero presso gli impianti di recupero o smaltimento; l’esposizione di contenitori, sacchi o qualsivoglia materiale lungo il percorso di raccolta in giorni diversi e fuori dagli orari stabiliti dal Calendario vigente per la raccolta porta a porta ed approvati dal Comune; il mantenimento sul suolo pubblico ovvero il mancato ritiro all’interno della proprietà privata dei contenitori domiciliari oltre le ore 24 del giorno di raccolta; l’uso improprio dei contenitori per il conferimento dei rifiuti; l’imbrattamento, l’affissione di manifesti o altro sui contenitori per la raccolta dei rifiuti; i comportamenti che rechino intralcio, ritardo all’opera degli addetti ai servizi, inclusa la sosta dei veicoli negli spazi di manovra dei mezzi adibiti alla raccolta ed allo spazzamento; il conferimento di rifiuti diversi da quelli cui i contenitori o i sistemi di raccolta sono destinati.

Stabilisce che in caso di necessità, le sole utenze domestiche possano conferire la plastica sia nel mastello che, in aggiunta, utilizzando un sacco semitrasparente da 70 lt; – che il residuo secco possa essere conferito, attraverso l’uso degli appositi contenitori, esclusivamente in buste semitrasparenti; – che la carta debba essere conferita nell’apposita attrezzatura sfruttando il più possibile la volumetria a disposizione, preferibilmente all’interno di sacchetti di carta, per evitare la sua dispersione in fase di svuotamento. – che la raccolta domiciliare degli sfalci per le utenze domestiche possa avvenire nella misura massima di 5 sacchi semitrasparenti da 110 lt, con frequenza non superiore a 2 raccolte/mese; -che la raccolta domiciliare degli ingombranti per le utenze domestiche possa avvenire nella misura massima di 1 metro cubo, per un massimo di tre colli, con frequenza non superiore ad un ritiro/mese.

Dispone che l’inosservanza delle prescrizioni sarà punita con le sanzioni amministrative, visibili direttamente sul sito del comune.

50 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàCronaca

Coprifuoco, disordini nella notte a Roma

CittàNotizie

Scuole nel caos a Bracciano sull’applicazione dei DPCM

CittàNotizie

Dice di aver atteso ore per il tampone, ma la Asl smentisce

CittàNotizie

Grando: “Basta aspettare il supereroe: è responsabilità di tutti”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.