fbpx
 
CittàNotizie

Giornata Mondiale degli Oceani, un’opportunità di crescita per tutti noi

L’8 Giugno l’AMI e la Rappresentanza italiana della Commissione Europea invitano ad una partecipazione concreta per la salvaguardia del pianeta, con un beach clean-up della spiaggia di Torre Flavia

Di Giulia Simone

Giornata Mondiale degli Oceani, un’opportunità di crescita per tutti noi-

Come osservano le Nazioni unite, l’oceano è il cuore del nostro pianeta: copre tre quarti della Terra,  è responsabile del clima, alimenta milioni di persone ogni anno, produce ossigeno.  

Sede di un’enorme fauna in serio pericolo di vita, le grandi masse d’acqua che circondano le terre emerse sono indispensabili per la salute del mondo in cui viviamo.

 Così da tempo ormai, tutto il mondo celebra il “World’s Ocean Day”, ovvero la   “Giornata Mondiale degli oceani”, l’iniziativa delle Nazioni Unite che si tiene annualmente l’8 giugno.

Anche in Italia sono numerose le iniziative volte alla sensibilizzazione ed al coinvolgimento della popolazione nella questione ambientale, come anche la presenza di seminari, convegni, la partecipazione  generale di musei, acquari e centri oceanografici, ed anche qui a Torre Flavia, non ci facciamo mancare proprio nulla.

L’8 Giugno infatti l’AMI (Ambiente Mare Italia) e la Rappresentanza italiana della Commissione Europea, invitano ad una partecipazione concreta per la salvaguardia del pianeta, con un beach clean-up della spiaggia di Torre Flavia, “per liberare insieme il mondo dalla plastica”: l’appuntamento è alle ore 9,00.

Giornata Mondiale degli Oceani, un'opportunità di crescita per tutti noi
Giornata Mondiale degli Oceani, un’opportunità di crescita per tutti noi

Secondo il WWF, fautore dell’iniziativa spiagge #plasticfree, “senza provvedimenti, entro il 2050, nei mari del mondo ci sarà più plastica che pesce, e il Mediterraneo rappresenta un’area trappola con livelli record di inquinamento da microplastiche che minacciano la vita marina e la salute umana” .

Ecco alcuni dati sconcertanti riportati sulla pagina ufficiale WWF Italia nel 2019:

-95% di plastica contenuta nei rifiuti del Mar Mediterraneo, che soffoca habitat e specie;

-1,25 milioni di frammenti per km2: è la concentrazione record di microplastiche nel Mediterraneo;

-oltre il 90% dei danni provocati dai nostri rifiuti alla fauna selvatica è dovuto alla plastica;

-134, sono le specie vittime di ingestione da plastica nel Mediterraneo (tra cui tutte le specie di tartaruga marina, che scambiano i sacchetti di plastica per prede)

– 2,1 sono i milioni di tonnellate di imballaggi di plastica consumati ogni anno dagli italiani.

L’inquinamento è un problema serio, e per risolverlo bisogna agire subito, sebbene nel nostro piccolo.

Aiutiamo il pianeta in cui viviamo, per salvare noi e anche le generazioni future.

Giulia Simone

Post correlati
CittàCronaca

Siccità, per l'Osservatorio ANBI sulle risorse idriche Cerveteri e Ladispoli come il Marocco

CittàCronaca

Aprilia, sequestrata dalla GdF piantagione di 9.000 piante di canapa indiana

Cittàpolitica

"La maggioranza continua ad usare la pagina social del comune in modo inappropriato"

Notizie

Maltempo, nelle prossime ore previste forti piogge e vento

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.